+39 049 836 4121

Elettrostimolazione e circolazione retinica nella retinite pigmentosa.

Studio randomizzato controllato sull’azione modulatoria dell’ elettrostimolazione transcorneale sul flusso ematico retinico e sulla funzione visiva nella retinite pigmentosa.

Scopo

abbiamo esaminato le variazioni della funzione visiva e del flusso ematico oculare e retinico (RBF) nei partecipanti, affetti da retinite pigmentosa (RP) ad uno studio controllato randomizzato di terapie elettro-stimolanti.

Metodi:

Ventuno partecipanti con RP sono stati assegnati a random (1:1:1) a 6 sedute settimanali di mezz’ora di stimolazione elettrica transcorneale (TES), 10 sedute di mezz’ora nell’arco di 2 settimane di elettroagopuntura o di laseragopuntura inattiva (  controllo sham).Early Treatment of Diabetic Retinopathy Study (ETDRS) visual acuity (VA), quick contrast sensitivity function, Goldmann visual fields, AdaptDx scotopic sensitivity, spectral flow and colour Doppler imaging  dell’arteria centrale retinica (CRA) e il RBF nei capillari maculari sono stati misurati due volte, prima del trattamento, dopo 2 sedute di TES entro una settimana ed un mese dopo l’intervento.

Risultati:

abbiamo misurato un miglioramento significativo della velocità media di flusso della CRA retrobulbare sia nei gruppi TES ( p= 0.038) che in quelli di elettroagopuntura ( p = 0.001) in media dopo due settimane di trattamento se paragonati ai controlli sham.
I soggetti sottoposti a stimolazione elettrica transcorneale (TES) e ad elettroagopuntura hanno avuto un significativo maggior incremento del RBF dei vasi maculari, rispettivamente del 55% e del 34%, se paragonati con i cotrolli sham ( p< 0.001; p = 0.008) entro una settimana dal completamento di sei sedute TES o un mese dopo l’elettroagopuntura. Vi è stata una differenza significativa nella proporzione  di incrementi della funzione visiva paragonando i tre gruppi di intervento ( p = 0.038): 4 dei sette soggetti TES ( 57%), due dei sette soggetti sottoposti ad elettroagopuntura  ( 29%) e nessuno dei sette soggetti di controllo (0%) hanno riportato un miglioramento visivo significativo a due visite consecutive post-trattamento, al di fuori della tipica variabilità test-retest.

Conclusioni:

l’aumento del flusso ematico successivo a terapie di elettrostimolazione è una variazione obiettive, fisiologica che avviene oltre ai miglioramenti della funzione visiva in alcuni pazienti con RP

Bittner AK, Seger K, Salveson R, Kayser S, Morrison N, Vargas P, Mendelsohn D, Han J, Bi H, Dagnelie G, Benavente A, Ramella-Roman J. Randomized controlled trial of electro-stimulation therapies to modulate retinal blood flow and visual function in retinitis pigmentosa. Acta Ophthalmol. 2017 Nov 11. doi: 10.1111/aos.13581. [Epub ahead of print]

A cura di: F.Ceccherelli

4 thoughts on “Elettrostimolazione e circolazione retinica nella retinite pigmentosa.

  1. Si ma quali punti sono stati stimolati? Come? Quale era lo stadio della retinopatia?
    Insomma un articolo deve essere completo per poter essere ripetibile e verificabile in altri centri. Questo mi sembra un atto di fede

    1. Caro Sig Navarra,
      colgo una certa irritazione nel suo scritto e ciò mi dispiace.
      Quello che lei ha letto ed ha erratamente chiamato “articolo” in realtà è un abstract, una volta si chiamava sommario. Il lettore legge l’abstract e decide se l’argomento dell’articolo è di suo gradimento,
      nel qual caso richiede l’articolo o lo acquista in rete, o meglio, va in una biblioteca in cui ci sia la rivista in oggetto o in versione cartacea o elettronica.
      Le cose che lei dice mancare nell’abstract normalmente non vengono scritte nell’abstract che deve assolutamente non superare le 250 parole, ma sono reperibili nei materiale metodi nel corpo del full text.
      Sarebbe meglio informarsi prima di tagliare con l’accetta. Buona sera
      Prof. F.Ceccherelli

  2. Gent.mo Dott. Ceccherelli,
    è possibile avere il full text?
    Nel caso le posso inviare la mia mail.
    Grazie mille
    Giulia Tolomelli

    1. Gent.ma Sig.a Tolomelli,
      purtroppo l’articolo si può avere solamente a pagamento, cosa che per la newsletter non è necessaria, visto che pubblichiamo l’abstract.
      Mi lasci una decina di giorni e vedrò se riesco in quanche modo ad averlo. Vorrei però sapere a che titolo intende legere il full text, se lei
      sia medico o paziente. Intanto la saluto e mi ricontatti dopo il 10 dicembre.
      F.Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *