+39 049 836 4121

L’effetto migliorativo del mini salasso sui dodici punti Jing-well della mano sull’edema cerebrale indotto da ischemia cerebrale permanente dell’’arteria cerebrale centrale mediante la protezione della barriera ematoencefalica.

Premessa
L’edema cerebrale, che insorge contemporaneamente ad  un grave ictus ischemico, può portare ad un aumento della pressione intracranica, ernia cerebrale ed infine alla morte. Gli studi condotti precedentemente dalla nostra equipe hanno dimostrato che il mini salasso sui dodici punti Jing-well della mano (HTWP) può alleviare l’edema cerebrale che deriva principalmente dalla distruzione della barriera ematoencefalica (BBB).
Questo studio, perciò, è stato progettato innanzitutto per dimostrare se la protezione della BBB riveste un ruolo importante nell’effetto migliorativo dell’edema del mini salasso su HTWP, sula base del quale si ricerca il sottostante meccanismo molecolare.
Metodi
Ai ratti è stata indotta una sofferenza causata da una permanente occlusione dell’arteria cerebrale centrale (pMCAO) e quindi sono stati trattati con mini salasso su HTWP una volta al giorno. Per valutare  il grado di edema cerebrale è stato adottato il metodo del peso umido e peso secco, per valutare l’integrità della BBB sono stati utilizzati lo stravaso del blu di Evans ed il microscopio elettronico ed è stata effettuata un’analisi Rt-qPCR per valutare il livello di espressione di occludina, claudina-5, ICAM-1 e VEGF.

Punti jing nella zampa del ratto. Analogia con quelli dell’uomo.

Risultati
I risultati hanno rivelato che il trattamento mediante mini salasso era in grado di ridurre il contenuto di acqua del cervello e la permeabilità della BBB causate dall’ictus ischemico. Nel gruppo sottoposto a mini salasso poteva essere osservato, mediante microscopio elettronico, un miglioramento nelle giunzioni occlusali. Studi ulteriori hanno dimostrato che, nel gruppo sottoposto a mini salasso, rispetto al gruppo pMCAO, i livelli di espressione di occludina e claudina-5 risultavano up-regolati, mentre quelli di ICAM-1 e VEGF risultavano down-regolati.
Conclusioni
In conclusione, il  mini salasso su HTWP può avere un ruolo significativo nel proteggere le giunzioni occlusali della BBB, riducendo, così l’edema cerebrale indotto dall’ictus ischemico. Perciò la terapia mediante mini salasso su HTWP può costituire una strategia promettente per l’ictus ischemico acuto, nel futuro.

Yu N, Wang Z, Chen Y, Yang J, Lu X, Guo Y, Chen Z, Xu Z. The ameliorative effect of bloodletting puncture at hand twelve Jing-well points on cerebral edema induced by permanent middle cerebral ischemia via protecting the tight junctions of the blood-brain barrier. BMC Complement Altern Med. 2017 Sep 26;17(1):470. doi: 10.1186/s12906-017-1979-6.


A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *