+39 049 836 4121

L’efficacia del trattamento con elettroagopuntura in un paziente con mielite trasversa: un case report.

Scopo dello studio è valutare l’efficacia di un trattamento con elettroagopuntura in un paziente con mielite trasversa.
Il caso verte su un paziente di sesso maschile di 32 anni con diagnosi di mielite trasversa nel 2013. Alla RM del 2013 il livello lesionale era tra T9 e T12 e la sintomatologia all’esordio comprendeva: paraparesi, alvo e vescica neurologica, dolore al piede.…

Leggi tutto

La laserterapia nella guarigione delle ulcere associate al diabete mellito. Review.

Scopo: identificare il parametro più efficace nella guarigione delle ferite correlate al diabete mellito così come il tipo di laser più comunemente usato.
Metodo: il metodo è consistito nella ricerca bibliografica sui databases Bireme,SciELO, PubMed/Medline e Liliacs usando delle parole chiave collegate a all’argomento.…

Leggi tutto

Migrazione di innumerevoli aghi di agopuntura cronicamente ritenuti

Presentiamo un caso di una donna di 50 anni ,con una storia di due giorni di dolore lombare e addominale,  che è stato scoperto  avere innumerevoli aghi di agopuntura cronicamente ritenuti, che erano migrati in tutto l’addome e la pelvi. Anche se molti di questi aghi erano in posizioni pericolose, come lo spazio epidurale, il parenchima renale, l’intestino tenue ed il sistema vascolare, non c’era alcuna prova di lesioni acute.…

Leggi tutto

Contrattura muscolare e paravertebrale e tecniche dei tessuti molli.

La contrattura muscolare è una componente frequente nelle lombalgie e nelle dorsalgie ed i trattamenti manuali trovano qui una buona indicazione. Il lavoro dei tessuti molli (muscoli,tendini,ma anche pelle e tessuto sottocutaneo) fa parte integrante di questi trattamenti. E’ il giusto preambolo ad una manipolazione vertebrale, perché detente questi tessuti e li rende più elastici.…

Leggi tutto

LE FUNZIONI INTRINSECHE (E LE ALTRE) DELL’AGOPUNTURA CINESE CLASSICA

L’amico fraterno Prof. Francesco Ceccherelli, nelle sue vite precedenti, molto probabilmente è stato un medico, della medicina cinese, vissuto nel periodo Song.
Questo perché il quel periodo l’Accademia Imperiale di Medicina aveva avviato studi per verificare, e catalogare, tutto il materiale medico precedente.…

Leggi tutto

SEGNI CLINICI DI CEFALEA CERVICALE (seconda parte)

Si descrivono tre topografie di cefalea cervicale: occipitale, temporo-mascellare e fronto-sopra orbitaria., che possono essere isolati o diversamente associati.
Al livello del cuoio capelluto ,non potendosi eseguire la manovra del pincé-roulé per mettere in evidenza una cellulalgia, si esegue la manovra detta “segno della frizione” che consiste nell’eseguire piccoli movimenti circolari; questa manovra è sensibile nel territorio del nervo interessato e indolore nelle zone limitrofe.…

Leggi tutto

DISCORRENDO IN OCCIDENTE DI MEDICINA CINESE

DISCORRENDO IN OCCIDENTE DI MEDICINA CINESE

In questo numero del nostro giornale vorrei richiamare la vostra attenzione sulla Tim, si proprio su Telecom Italia Mobile. Forse avrete notato che negli ultimi mesi vi è stata una intensa campagna pubblicitaria. E forse qualcuno di voi avrà notato che è stato modificato il logo.…

Leggi tutto

PAZIENTI VASCULOPATICI E TERAPIE NON CONVENZIONALI: UNA MEDICINA INTEGRATA E` POSSIBILE ?

Un singolare caso di dolore di difficile gestione in terapia intensiva.
Paziente maschio di 68 anni.
In anamnesi : cardiopatia ischemico-ipertensiva sottoposta a triplice by-pass e PTCA; 2 IMA; Fa ; polivasculopatia arti inferiori con stenosi del 75% dell’asse femoro popliteo sinistro e del 50% destro; IRC; Diabete mellito insulino dipendente.…

Leggi tutto

TRATTAMENTO MANIPOLATIVO DEL DOLORE NELLA SCOLIOSI

Nella nostra attività quotidiana di Medici di Medicina Manuale ci troviamo spesso ad esaminare pazienti scoliotici che soffrono di rachialgie ed in particolare di lombalgie, ed ogni volta il nostro pensiero è sempre lo stesso : i dolori lamentati sono esclusivamente legati alla scoliosi,di cui conosciamo le diverse cause , o allora una parte di questi dolori trovano la loro origine in un disturbo doloroso intervertebrale minore (DDIM) e più specificamente della giunzione toraco-lombare (GTL) ?…

Leggi tutto

UN CASO COMPLESSO DI DISFAGIA

Moreno, 38 anni, è un collega specializzato in Medicina Legale, lavora con il ROS (Raggruppamento Operativo Speciale) e per lavoro è costretto a viaggiare molto e negli ultimi quattro anni ha avuto due incidenti stradali molto gravi. Da questi traumi sono residuati tre tipi di problematiche: una disfagia, un dolore pelvico-ureterale e un dolore a livello della colonna lombo-sacrale.…

Leggi tutto