+39 049 836 4121

RUOLO DELL’AGOPUNTURA CONTROLATERALE NELLA TERAPIA INTEGRATA: TRATTAMENTO DI UN CASO DI ALLODINIA DA ERNIA DISCALE CERVICALE.

La stimolazione con agopuntura controlaterale è utilizzata per evitare gli episodi di forte riacutizzazione del dolore che con la stimolazione omolaterale in pazienti portatori di dolore acuto  e cronico neuropatico. Ciò che consiglia l’impiego della tecnica controlaterale è la presenza dell’allodinia , che può essere presente  sia in un quadro di dolore acuto infiammatorio – neurogeno, come il conflitto disco-radicolare, che nel caso di un dolore neuropatico come la nevralgia posterpetica.
I principali meccanismi che sono chiamati in causa per spiegare l’effetto terapeutico della stimolazione controlaterale, sono: la presenza di proiezioni bilaterali periferiche e sprouting transmediano a livello del midollo spinale (1), la comunicazione bilaterale della parte destra e sinistra attraverso interneuroni commisurali (2), l’attivazione delle aree centrali specifiche (3)
La scopo della presentazione di questo caso clinico è quello di confermare il concetto che la stimolazione controlaterale è efficace per il trattamento antalgico limitando la presenza d’allodinia ed i fenomeni di riacutizzazione.
Caso clinico: Paziente maschio di 38 anni, anamnesi negativa per patologie pregresse, non assume farmaci, è giunto alla nostra attenzione per il perdurare di una sintomatologia dolorosa all’arto superiore sinistro per esiti di ernia cervicale a livello C4-C5.
L’episodio acuto era insorto 25 giorni prima, con dolore al braccio ed irradiazione radicolare, senza deficit motori. Ha effettuato una consulenza col neurochirurgo che consigliava terapia medica e trattamento antalgico. Il paziente è stato trattato con: pregabalin 75 mg due volte al giorno, tachidol  1 cp tre volte al giorno, insieme a sedute settimanali di mesoterapia con cocktail nono noto, elettrostimolazione omolaterale e l’ausilio di collare cervicale. Tale trattamento non ha portato sollievo del dolore e soprattutto rimaneva l’area d’allodinia a livello del deltoide con lieve impotenza funzionale.
Il nostro trattamento è stato il seguente: riduzione del pregabalin progressivo da sospendere in 5 giorni, assunzione d’amitriptilina da tre gocce da aumentare progressivamente fino a 10 alla sera. Sedute settimanali di mesoterapia con 30 mg di lidocaina insieme a 30 mg di ketorolac in un volume di 10 ml iniettato a livello cervicale e sull’irradiazione del dolore. Infiltrazione con 1,5 ml di lidocaina allo 0.5 % di tre punti trigger del trapezio, sovraspinato e sottospinato omolaterali.

Elettroagopuntura controlaterale metamerica su due coppie di punti: 14 TM – 21 VB e 14 GI – 5 TR stimolati a 5 Hz ed intensità crescente a livello appena sotto la soglia del dolore, le sedute duravano 30 minuti con frequenza di due volte alla settimana per due settimane e poi 1 volta alla settimana.

Il decorso è stato favorevole, dopo la prima seduta, il paziente ha smesso di portare il collare cervicale è riferiva già un miglioramento del 50 % della sintomatologia, in particolare l’area d’allodinia risultava ora intermittente e solamento dopo sollecitazione meccanica. Sono state effettuate in totale 4 sedute di mesoterapia e 6 sedute di agopuntura con risoluzione completa del quadro clinico.

Tale risultato sottolinea l’importanza per questa tipologia di dolore di una terapia integrata con più tecniche. L’elettroagopuntura controlaterale è risultata essenziale per evitare l’iperpatia e per un controllo più efficace dell’allodinia.
A nostro avviso la stimolazione controlaterale è stata fondamentale per la risoluzione di questo caso clinico, ma per poter essere raccomandata nell’uso terapeutico è necessario che vi sua una maggiore implementazione della tecnica per rafforzarne l’evidenza clinica.

Bibliografia

1) N. Shenker, R. Haigh, E. Roberts A review of contralateral responses to a unilateral
inflammatory lesion. Rheumatology 2003;42:1279–1286
2) Martin Koltzenburga, Patrick D. Wallb, Stephen B. McMaho: Does the right side know what the left is doing? Trends in Neurosciences, 1999,  22: 122-127
3) Ming Yi, Haolin Zhang, Lixing Lao, Guo-Gang Xing,  You Wan: Anterior cingulate cortex is crucial for contra- but not ipsi-lateral electro-acupuncture in the formalin-induced inflammatory pain model of rats. Molecular Pain 2011, 7:61

a cura di: Giuseppe Gagliardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *