+39 049 836 4121

Tenovaginalite guaina estensori del carpo mano dx. a cura del Dott. Giannantonio Cassisi

S.I., 26 aa; trauma contusivo da schiacciamento alla mano sx in sede dorsale, con imponente tumefazione carpo-metacarpale; ha eseguito Ultrasuoni e bacinelle galvaniche con parziale beneficio, che gli ha permesso di riprendere una discreta attività manuale, anche se persiste dolore in sede estensoria.

Viene alla mia osservazione quasi due mesi dopo il trauma: un’ecografia dimostra “rigonfiamento delle guaine sinoviali tendinee dei tendini estensori in tenovaginalite con imbibizione edematosa dei tessuti molli”.

EO: evidente tumefazione della guaina del 2° MC mano sx, molto dolorabile; arrossamento cutaneo a tratti con colorazione bluastra tipo cianotico.

Diagnosi: “Tenovaginalite delle guaina degli estensori, edema dei tessuti molli carpo-metacarpali (periostite?) in esiti di trauma da schiacciamento

Trattamento: Sono state effettuate 5 sedute settimanali di mesoterapia.

1°seduta: mesoterapia con LIDOCAINA 1%, ½ ml., BETAMETASONE FOSFATO fiala da 4mg. ½ ml., PIROXICAM ½ f., soluzione fisiologica a 5 ml.

2° seduta: nessun beneficio, migliorato il colore della pelle; ripeto mesoterapia

3° seduta: riferisce discreto beneficio; permane tumefazione al 2° MC e dolorabilità alla pressione

4° seduta: buon miglioramento, ridotta la tumefazione, dolorabile la diafisi del 2° MC

5° seduta: persiste il beneficio, modesta la dolorabilità alla diafisi MC con modesta “bombatura” dell’osso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *