+39 049 836 4121

Abitudini alimentari e selenio glutatione perossidasi e stato antios sidante totale nel siero di pazienti con remissioni e recidive di sclerosi multipla

Le abitudini alimentari ed un adeguato apporto dietetico giornaliero di antiossidanti possono essere uno dei più importanti fattori ambientali per la prevenzione della sclerosi multipla (SM).

L’obiettivo di questo studio è di valutare la concentrazione di selenio (Se), di glutatione perossidasi (GSH -Px) e l’attività antiossidante totale (TAS) nel siero di pazienti con sclerosi multipla e l’influenza delle abitudini alimentari sul loro stato.

Sono stati studiati 101 pazienti con SM recidivante/remittente (età 18-58 anni), analogamente al gruppo di controllo di 63 soggetti sani (età 19-65 anni).
Sono stati utilizzati diari alimentari per raccogliere i dati dietetici. La concentrazione nei campioni di siero è stata determinata con spettrofotometria ad assorbimento atomico. L’attività GSH-Px e TAS nel siero in esame è stata misurata utilizzando il set di ready-made di prove da Randox Laboratories Ltd., UK.

I risultati mostrano che la concentrazione sierica del Se e l’attività GSH-Px nel siero dei pazienti con sclerosi multipla (55,2 + / -16,2 mug / L, 6676,1 + / -2386,4 U / L, rispettivamente) sono significativamente diminuiti (p <0.01, p <0.05; rispettivamente) rispetto al gruppo di controllo (79,2 + / -20,6 mug / L, 8029,9 + / -2650,1 U / L, rispettivamente).

Una correlazione significativa (r = 0,39, p <0,01) è stata osservata tra la concentrazione di selenio e l’attività GSH-Px nel siero di pazienti esaminati. Il Valore del TAS nel siero di pazienti con sclerosi multipla (1.03 + / -0.37 mmol / L) è stata trovato significativamente più basso (p <0.01) rispetto ai volontari sani (1.48 + / -0.41 mmol / L). Il consumo frequente di pollame, prodotti da forno, legumi e pesce sembrava aumentare concentrazione sierica di Se nel gruppo di pazienti; mentre è stato trovato che il frequente consumo di burro, pane integrale, bevande dolci e zucchero si accompagna con valori bassi di selenio nel siero. Abbiamo osservato una significativa diminuzione del TAS (p <0.05, p <0.01; rispettivamente) nel siero dei fumatori e quei pazienti che hanno ricevuto farmaci immunomodulatori (0.95 + / -0.39 mmol / L, 0.92 + / -0.34 mmol / L; rispettivamente) rispetto ai pazienti non-fumatori e che non assumono  immunomodulatori (1,14 + / -0,33 mmol / L, 1.31 + / -0.31 mmol / L, rispettivamente).

CONCLUSIONI:
La  concentrazione nel siero di Se, e l’ attività GSH-Px ed il valore TAS sono significativamente più bassi nei pazienti con SM recidivante-remittente rispetto ai volontari sani. Le abitudini alimentari hanno una significativa influenza sullo stato di Se. Fumare sigarette e l’assunzione della terapia immunomodulante hanno un impatto negativo sulla TAS dei pazienti esaminati.

Socha K, Kochanowicz J, Karpi Ska EB, Soroczy Ska J, Jakoniuk M, Mariak Z, Borawska MH. Dietary habits and selenium, glutathione peroxidase and total antioxidant status in the serum of patients with relapsing-remitting multiple sclerosis. Nutr J. 2014 Jun 18;13(1):62.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *