+39 049 836 4121

Agopuntura ed elettroagopuntura in pazienti con sindrome dolorosa da conflitto subacromiale: uno studio multicentrico randomizzato controllato.

Scopo dello studio è, in pazienti con sindrome dolorosa da confiltto subacromiale, confrontare la combinazione di fisioterapia con agopuntura o elettroagopuntura con la sola fisioterapia.
Sono stati reclutati con metodo randomizzato a tre braccia 227 pazienti, valutati con la Oxford Shoulder Score e altre scale (vedi Endpoint). Il follow – up era nell’immediato post trattamento (6 settimane), a 6 e a 12 mesi. Riguardo la fisioterapia è stato proposto un ciclo di 6 sedute, una volta alla settimana per un periodo di 6 settimane. Gli esercizi proposti erano relativi a: riscaldamento, articolarità di spalla, rotazione interna ed esterna contro resistenza, rinforzo globale contro resistenza, esercizi con pesi, combinazione di esercizi per arto superiore e inferiore, esercizi di rilassamento alla fine della seduta.
Riguardo l’agopuntura si effettuava un ciclo di 6 sedute per 3 settimane con frequenza di 2 volte alla settimana. Venivano utilizzati tre protocolli: dolore di spalla anterolaterale, posterolaterale, dolore di spalla generico. Nell’anterolaterale i punti utilizzati sono stati: TB14, LI15, LI14, LI10, LU2, GB21, trigger del deltoide anteriore, LI4, TB5, ST36, ST38. Nel posterolaterale: TB14, LI15, GB21, LI4, SI9, SI10, SI11, trigger del deltoide posteriore, SI3, LI4, TB5, ST36, ST38. Nel generico: TB14, LI15, SI9, SI10, SI11, GB21, trigger del grande pettorale, LI4, TB5, ST36, ST38. Nell’elettroagopuntura venivano stimolati 2 punti locali a 80 Hz, 2 punti distali a 2 Hz. L’intensità era regolata in base alle indicazioni del paziente (non dolore). Il trattamento era monolaterale, venivano utilizzati fino a 6 punti locali e fino a 2 punti distali (avambraccio o gamba). Gli aghi impiegati erano 0,25 x 40 mm o 0,25 x 50 mm. La durata della seduta era di 30 minuti, la stimolazione manuale si effettuava ogni 3-5 minuti.
Endpoint primario era il punteggio alla scala Oxford Shoulder Score. Endpoint secondari erano il Shoulder Pain and Disability Index, il dolore notturno, l’uso di analgesici, una scala sull’impatto funzionale (0-10), l’articolarità di spalla.
I tre gruppi erano simili alla baseline e mostravano tutti un miglioramento clinico nel tempo. Il confronto tra gruppi a 6 e a 12 mesi non mostrava differenze statisticamente significative. I dati riportati nello studio mostrano che né l’agopuntura né l’elettroagopuntura migliorano in modo statisticamente significativo il quadro clinico in pazienti con sindrome dolorosa da conflitto subacromiale.

SPUNTI PER LA DISCUSSIONE
Tra i motivi alla base della riportata inefficacia dell’agopuntura e dell’elettroagopuntura in questo studio vi possono essere il numero limitato di sedute, un possibile miglioramento clinico presente dopo la fine del trattamento, ma prima dei 6 mesi di follow-up (quindi non valutato dallo studio). Potrebbero pertanto essere utili ulteriori studi con un maggior numero di sedute di agopuntura e un follow-up a breve termine più frequente al fine di valutare meglio l’effetto dell’agopuntura in questa patologia.

Lewis J, Sim J, Barlas P. Acupuncture and electro-acupuncture for people diagnosed with subacromial pain syndrome: A multicentre randomized trial. Eur J Pain. 2017 Jan 20.

A cura di: Alessandro Midiri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *