+39 049 836 4121

ATTIVITA ELETTRODERMICA NEI PUNTI DI AGOPUNTURA DIFFERENZIANO I PAZIENTI CON DOLORE IN ATTO DAI PAZIENTI LIBERI DAL DOLORE

Questo studio valuta se la resistenza elettrodermica nei punti di agopuntura (AP) varia sistematicamente in funzione del dolore. Lo studio è stato concepito come un studio di fattibilità a sostegno della ricerca su agopuntura e altri approcci di medicina complementare.
In particolare, questo studio indaga se l'attività elettrodermica differenzia sistematicamente i pazienti affetti da artrite reumatoide con dolore attuale dai controlli sani senza dolore. Un gruppo di pazienti con artrite reumatoide (n = 32) che presentavano il  tipico dolore di livello minimo di 3 (su una scala 0-10) sono stati confrontati con i controlli sani (n = 28) che non avevano alcuna diagnosi patologica ed erano senza dolore.
La resistenza  elettrodermica nei punti di agopuntura è stata misurata con un ohmmetro commerciale ed è stata correlata con la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, e le valutazioni sulla “Pain Catastrophization Scale” e il McGill Pain Questionnaire di Melzack.
Ci sono state differenze significative tra il gruppo sperimentale e il gruppo di controllo su tutti i marcatori del dolore. Parimenti, si registrano differenze significative fra i gruppi  ed alcune tendenze per l'attività elettrodermica negli agopunti  dei meridiani classificati come “vescica”, “cistifellea” ed “intestino tenue”.
Le conclusioni sono  che il concetto di resistenza elettrodermica negli agopunti è valido come  criterio per distinguere lo stato di dolore da uno stato di non dolore. Questa indagine fornisce il supporto all’'utilità della misurazione dell'attività elettrodermica quando si utilizzano test su modelli di malattia correlati con ipotesi energetiche e può essere visto come un ponte tra la medicina occidentale e tradizionale cinese.

Commento

Questo articolo è molto importante in quanto chiarisce una volta per tutte l’importanza dell’elet-trologia del punto di agopuntura, sia nel senso dell’uso del detector elettrico per individuarlo sia per la misurazione della sua conduttanza a scopo diagnostico.
E’ veramente incomprensibile l’atteggiamento di ignoranza di queste problematiche da parte degli agopuntori, appartenenti alla medicina tradizionale cinese, che non sembrano apprezzare l’importanza dell’individuazione esatta, elettrico-resistiva del punto o del punto attivo.

Turner L, Linden W, Marshall C.
Electrodermal Activity at Acupuncture Points Differentiates Patients with Current Pain from Pain-Free Controls. Appl Psychophysiol Biofeedback. 2013 Jan 16. [Epub ahead of print]

A cura di: Francesco Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *