+39 049 836 4121

Effetto analgesico della somministrazione sottocutanea di una miscela di ossigeno ozono: studio in cieco nel ratto sulla modulazione dell’edema indotto dalla somministrazione di Capsaicina

Gli Autori hanno esplorato una tecnica complementare che da circa 40 anni viene impiegata in campo medicale: l’ossigeno-ozono terapia.
Lavori aneddotici segnalano risultati degni di interesse ottenuti con l’infiltrazione dei muscoli paravertebrali con ossigeno-ozono nel trattamento dell’ernia del disco.
Per verificare l’esistenza di un effetto antinocicettivo ed indagare il suo eventuale meccansimo d’azione  è stata utilizzato un modello di induzione dell’edema sperimentale nella zampa di ratto mediante la iniezione sottocutanea di capsaicina. L’ossigeno-ozono in varie concentrazioni ( 10 nanog/ml, 20 nanog/ml e 30 nanog/ml) è stato iniettato sia omolateralmente che controlateralmente alla zampa trattata con 50 nanog dicapsaicina in 10 nanol di soluzione fisiologica.
I risultati mostrano che l’iniezione delle miscela di O2-O3 nella zampa controlaterale alla zona di induzione dell’edema con capsaicina,  si dimostra efficacie nel modulare la risposta edemigena della zampa, in misura statisticamente significativa sino a 45 minuti dalla somministrazione della capsaicina, per la miscela a 20 nanog/ml, solo per 15 minuti per le miscele a 10 e 30 nanog/ml.
L’iniezione delle stesse quantità di gas, nella zampa omolaterale alla zona di induzione dell’edema con capsaicina, determina un edema della zampa maggiore di quello osservato nel gruppo di controllo come se la miscela di ozono sommasse il suo effetto irritativo a quello della capsaicina.
E’ interessante notare che la sola somministrazione di ossigeno ha un effetto edemigeno maggiore che la miscela gassosa di ossigeno-ozono.

Ceccherelli F, Gagliardi G, Faggian L, Loprete F, Giron G., Analgesic effect of subcutaneous administration of oxygen-ozone. A blind study in the rat on the modula- tion of the capsaicin-induced edema., Acupunct Electrother Res. 1998;23(3-4):171-84.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *