+39 049 836 4121

Efficacia della moxibustione nella qualità di vita in pazienti con osteortrite del ginocchio: studio randomizzato a doppio cieco e controllato placebo.

Il concetto di ‘salute’ è radicalmente cambiato nel corso degli anni. Attualmente si considera come ‘salute’ uno stato di benessere fisico, sociale, psicologico e mentale ponendo quindi grande attenzione a quella che viene definita come Qualità di Vita (QOL). L’artrite di ginocchio (AG) è una patologia che coinvolge la popolazione in età media-avanzata ed è una condizione che grandemente influenza in maniera negativa la QOL; la cura della patologia  artrosica attualmente si limita al trattamento dei sintomi non essendo disponibile una vera e propria cura. Su questo versante l’antica tecnica della moxibustione è una opzione terapeutica molto usata nei paesi dell’est asiatico.

Il presente lavoro concerne la rilevazione della QOL in pazienti artrosici e trattati con moxibustione.

Lo studio (randomizzato in doppio cieco, e controllato con placebo) ha coinvolto  136 pazienti con diagnosi certa di osteoartrite del ginocchio secondo i criteri della American College of Rheumatology. I pazienti sono stati randomizzati e suddivisi in due gruppi omogenei (di 59 e 43 pazienti) e trattati rispettivamente con moxibustione e sham-moxibustione (eseguita con un dispositivo per moxibustione isolato alla base e tale da non trasmettere calore o fumo sul punto di applicazione) su tre punti: ST 34, EX – LE 4 (‘occhio del ginocchio’) e punto Ashi (il più dolente) del ginocchio (tre applicazioni per punto, 20’ di trattamento, 3 sedute settimanali per 6 settimane).

Di tutti i pazienti è stata quindi rilevata la QOL (misurazione di 8 parametri, vedi tabella, a 6 e 12 settimane dall’inizio della cura). Risultati: il gruppo di pazienti trattati con moxibustione vera ha avuto un miglioramento statisticamente significativo a 6 (P = 0.015) e 12 settimane (P = 0.029) della QOL rispetto ai pazienti trattati con sham-moxibustione (in particolare nei confronti del parametro GH o ‘salute generale’, mentre non significative differenze sono state notate nei confronti di altri paramenti considerati come il dolore, lo stato mentale, l’attività sociale ecc.). Come effetto collaterale si sono registrati 22 casi di ustione flittenulare (II grado) che comunque non è stata considerati dai pazienti come ‘invalidante’.

Gli Autori concludono che la tecnica della moxibustione (il cui meccanismo d’azione non è ancora del tutto chiaro e legato probabilmente sia al calore che al fumo che la moxa, bruciando, sviluppa) può rappresentare un valido aiuto nel trattamento dell’osteoartrite di ginocchio e nell’andare a migliorare la generale QOL dei pazienti affetti.

Ren X, Yao C, Wu F, Li Z, Xing J, Zhang H., Effectiveness of moxibustion treatment in quality of life in patients with knee osteoarthritis: a randomized, double-blinded, placebo-controlled trial. Evid Based Complement Alternat Med. 2015;2015:569523. doi: 10.1155/2015/569523.

A cura di: Mario Biral
Per leggere il full text: clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *