+39 049 836 4121

Il rapporto fra forza di compressione toracica e lombare e postura dipendente

Nonostante l’evidenza che suggerisce che tra l’8% e il 55% dei lavoratori manuali esperienza il dolore toracico, la ricerca sul carico della colonna vertebrale durante le attività professionali è stato quasi sempre limitato alla colonna lombare. In questo studio, determiniamo il rapporto fra forza di compressione toracica lombare e il rischio relativo di lesioni per ogni regione nelle varie posture.

La forze di compressione sulla colonna vertebrale sono state calcolate in base a precedenti studi sul rapporto fra  pressione intradiscale toracica e lombare. Posture in flessione sono state associate con un raddoppio approssimativo della forza di compressione lombare, ma solo con piccoli aumenti (o addirittura diminuzioni) della compressione toracica.

Il rapporto di compressione toracica e lombare era sopra il rapporto di tolleranza (cioè il rapporto tra resistenza a compressione toracica e lombare) durante la postura eretta e sotto il rapporto di tolleranza durante la postura in flessione, il che indica che posture in iperestensione possono comportare un maggior rischio relativo di lesioni al rachide  toracico rispetto alla colonna lombare.
Riassunto sintetico: Sono state comparate le pressioni intradiscali in vivo, toraciche e lombari durante diverse posture. Il rapporto di compressione toracica e lombare aumenta durante postura eretta e diminuisce in postura flessa, il che indica che posture verticali possono comportare un maggior rischio di lesioni alla colonna vertebrale toracica rispetto alla colonna lombare.

The ratio of thoracic to lumbar compression force is posture dependent. Lee PJ, Lee EL, Hayes WC. Ergonomics. 2013 Mar 20. [Epub ahead of print]

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *