+39 049 836 4121

L’attivazione parzialmente separata nella distribuzione spaziale tra De-qi e dolore puntorio durante la stimolazione agopunturale: uno studio basato sulla Fmri

Oggi giorno, la Risonanza Magnetica Funzionale (fRMI) è diventata uno dei più importanti metodi per studiare i meccanismi centrali dell’agopuntura.Tra questi studi, l’attivazione a livello delle vie cerebrali somato-sensoriali induce la più importante risposta sui livelli ematici di ossigenazione (BOLD o Blood Oxygen Level-Dependent). Comunque l’insufficiente controllo delle sensazioni soggettive durante la stimolazione agopunturale, dovuto a questa importante attivazione che riflette il pattern del de-qi (sensazione tradizionalmente riconosciuta come la più importante per l’effetto terapeutico), il dolore puntorio (considerato irrilevante per l’effetto agopunturale) o sensazioni miste (de-qi + dolore puntorio) rimane largamente sconosciuto. In questo studio sono stati reclutati 50 soggetti e divisi in due gruppi in base alla percezione del dolore puntorio durante lo stimolo agopunturale per dare una risposta definitiva alla suddetta questione.

I risultati dello studio indicano che la risposta del BOLD associate al de-qi durante lo stimolo agopunturale a livello del ST36 era l’attivazione dominante. Inoltre le differenze quantitative e qualitative delle risposte del BOLD tra ilgruppo de-qie il gruppo di sensazioni miste evocate dalla stimolazione agopunturale erano significativi. Il pattern delle risposte del BOLD del dolore puntorio può essere in parte separato da quello del de-qi nella distribuzione spaziale. Per studiare i meccanismi centrali specifici dell’agopuntura, i soggetti con sensazioni di dolore puntorio dovrebbero venire esclusi da quelli con il solo de-qi.

Sun J,  Zhu Y, Jin L, Yang Y,vonDeneen KM, Qin W, Gong Q, and Tian J. Partly Separated Activations in the Spatial Distribution between de-qi and Sharp Pain during Acupuncture Stimulation: An fMRI-Based Study.Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine Volume 2012, Article ID 934085, 11 pages doi:10.1155/2012/934085

A cura di: Rossana Dezzoni

Per leggere il full text clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *