+39 049 836 4121

Variazioni della funzione vagale indotte dall’agopuntura in pazienti con depressione: uno studio preliminare controllato con Sham agopuntura mediante aghi a pressione

Per studiare gli effetti biologici dell’agopuntura sulla depressione abbiamo ipotizzato che l’agopuntura eserciti il suo effetto antidepressivo mediante una neuromodulazione, dal basso verso l’alto, della disfunzione autonomica nella depressione. I partecipanti hanno ricevuto l’agopuntura  con aghi a pressione (PN) per 72 ore continuativamente in forma di sham-agopuntura. Sono state effettuate le valutazioni psicologiche ed elettrocardiografiche Holter prima e dopo agopuntura PN. Le funzioni autonomiche dei pazienti sono state valutate attraverso la variabilità della frequenza cardiaca (HRV).
Come risultato conseguente alla PN agopuntura i partecipanti mostravano un significativo aumento nei punteggi della Beck’s Depression Inventory ( P = 0.031), del rapporto tra pressione sistolica/diastolica ( P = 0.002/P = 0.011), e del coefficiente di variazione dell’intervallo R-R ( P<0.0001), rispetto alla sham-PN.
Questi risultati hanno dimostrato che l’agopuntura PN induce alterazioni nella funzione vagale, nella pressione sanguigna, e nei punteggi del Beck’s Depression Inventory. Si è ipotizzato che l’effetto di stabilizzazione vagale mediante agopuntura possa essere associato al meccanismo terapeutico nella depressione.

Noda Y, Izuno T, Tsuchiya Y, Hayasaka S, Matsumoto K, Murakami H, Ito A, Shinse Y, Suzuki A, Nakamura M. Acupuncture-induced changes of vagal function in patients with depression: A preliminary sham-controlled study with press needles. Complement Ther Clin Pract. 2015 Aug;21(3):193-200. doi: 10.1016/j.ctcp.2015.07.002. Epub 2015 Jul 6.

A cura di: Francesco Ceccherelli
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *