+39 049 836 4121

Variazioni di imaging alla risonanza magnetica funzionale fMRI e produzione di saliva associata alla puntura del punto LI-2. Studio randomizzato e controllato

Background: Gli studi clinici dimostrano che l’agopuntura può stimolare la produzione di saliva e di ridurre la xerostomia (secchezza delle fauci). Molto interessante è l’esplorazione dei substrati neuronali coinvolti in tale risposta.

Metodi: In uno studio randomizzato e controllato con agopuntura sham in cieco, venti volontari sani sono stati sottoposti ad agopuntura vera e sham in modo randomizzato. La risonanza magnetica funzionale (fMRI) è stata utilizzata per valutare le regioni corticali che erano attivateo disattivate durante il trattamento. È stata misurata anche la produzione di saliva.

Risultati: la stimolazione con agopuntura manuale unilaterale su LI-2, un punto comunemente usato nella pratica clinica per il trattamento della xerostomia, è stato associato con l’attivazione bilaterale dell’insula e adiacente operculum. L’agopuntura sham in un punto adiacente non ha indotto né segnali di attivazione né di disattivazione. L’agopuntura vera inoltre induce una maggiore produzione di saliva del trattamento sham.

Conclusione: l’agopuntura sul punto  LI-2 è stata associata con attivazioni neuronali assenti durante il trattamento sham. Le variazioni del segnale di neuroimaging sembrano essere correlati alla produzione di saliva.

Gary Deng, Bob L Hou, Andrei I Holodny, Barrie R Cassileth, Functional magnetic resonance imaging (fMRI) changes and saliva production associated with acupuncture at LI-2 acupuncture point: a randomized controlled study. BMC Complementary and Alternative Medicine 2008, 8:137

A cura di: Giuseppe Gagliardi

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *