+39 049 836 4121

I Punti Shu Anteriori

Come è noto nel dorso, a partire da 1.5  misure o cun (2 dita trasverse) sono presenti i cosiddetti “punti del dorso” (Bei shu, dove l’ideogramma Shu designa – genericamente – i punti di agopuntura). Questi sono posti dall’alto in basso, lungo il meridiano detto di vescica, con una disposizione fondamentalmente metamerica. Così, ad esempio,  a livello della 3° vertebra dorsale si trova il punto di comando del Polmone ( Vescica 13 – Fei shu, dove Fei significa appunto Polmone), a livello della 11 vertebra dorsale si trova il punto di comando della Milza e del Pancreas (Vescica 20 – Pi Shu, dove Pi significa appunto milza pancreas) e a livello della 2° vertebra lombare si trova il punto di comando del rene (vescica 23 – Shen shu, dove Shen significa appunto Rene che nella tradizione “energetica” comprende anche la funzione delle surrenali).
Questi punti sono già presenti nei Classici della medicina cinese fin dalle origini. Sono descritti infatti nel Ling Shu (“Perno Spirituale”) che è il libro su cui si basa buona parte della medicina cinese. Tutti gli autori sottolineano, poi, che questi punti non sono solo essenziali solo in chiave terapeutica ma sono altrettanto efficaci nella diagnosi. Al riguardo ricordiamo che alterazioni cromatiche al loro livello come pure una spiccata dolorabilità palpatoria sono requisiti essenziali per una buona diagnosi (e conseguentemente per l’efficacia terapeutica).  Molto meno noto, invece, che pure nella zona anteriore del torace sono presenti punti essenziali in chiave diagnostica e terapeutica con significati simili ai più conosciuti “punti del dorso”.
Si tratta di 5 – 6 punti  posti fra il 22 ed il 27 Rene. Sono speculari ai punti del dorso ma posti al contrario.
Osserviamo la tabella 1. Andando dall’ alto in basso.

 

Come accennato i punti Shu anteriori sono speculari, ma con andamento opposto per cui il punto di comando del Polmone è il più basso e quello del rene è posto in alto. Vediamo la tabella.

punti Shu anteriori

 

In tabella 3 poniamo quindi in relazionePunti del dorso e punti anteriori.

Così grazie ai punti anteriori del torace è possibile evitare di girare il paziente risparmiando tempo. Non solo il punto anteriore “controlla” molti sintomi correlati al viscere legato all’ organo (Vescica Biliare con Fegato, Intestino tenue con Cuore, stomaco con Milza Pancreas, Grosso Intestino con Polmone, Vescica con Rene). E questo sottolinea ancora una volta  l’ efficacia di questi punti.
Ribadiamo infine  il concetto relativo alla parte diagnostica. Molto spesso questi punti sono particolarmente dolenti alla palpazione ed al pari dei “gemelli” posteriori ed alle “dermalgie riflesse” sono entrati nella mia pratica quotidiana.
Un ultima aggiunta: pur sapendo che in agopuntura soma e psiche non può mai essere separata si può affermare che i punti anteriori hanno una più spiccata efficacia in chiave psicosomatica.
Quindi volendo differenziare i punti di diagnosi e terapia posteriori da quelli anteriori potremmo dire  che quando un disturbo è prevalentemente funzionale od organico con poche conseguenze sulla sfera psichica sono più utili i punti del dorso. Quando invece la componente psicosomatica è prevalente o comunque il disturbo fisico determina significativi risvolti emozionali  sono più efficaci i punti anteriori.

E questa distinzione terapeutica, pur non assoluta, è altrettanto valida in chiave diagnostica.
Quindi quando la palpazione è più dolorosa nei punti del dorso questo depone per una causa funzionale od organica con minore o scarsa componente psichica.
Quando , invece, sono più dolenti i punti anteriori probabilmente la componente psico somatica è prevalente.

A cura di:
Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *