+39 049 836 4121

Ipertrofia prostatica benigna ed Agopuntura.

Introduzione

L’Ipertrofia Prostatica Benigna (IPB) è una delle patologie urologiche più comuni i cui ben noti sintomi comprendono un aumento della frequenza urinaria, urgenza e nicturia, tempo di minzione prolungato, flusso intermittente e disuria progressiva. L’età è direttamente collegata all’insorgenza della IPB, in conseguenza inizia manifestarsi dopo i 40 anni e naturalmente, sopra i 60 l’incidenza è superiore al 50% all’età di 60 anni per raggiungere l’83% dopo gli 80 anni.…

Continue Reading

Rapporto fra sintomi, diagnosi in MTC e punti di agopuntura.

Associazione tra selezione dei punti di agopuntura, sintomi target e diagnosi di medicina tradizionale cinese nella pratica clinica in tempo reale in un centro oncologico.

Premessa

L’ intervento di agopuntura nella pratica reale è raramente riportato e può essere diverso da quello applicato nella ricerca in agopuntura.…

Continue Reading

Kinesiotaping e propriocettività del ginocchio.

Introduzione

I ligamenti crociati del ginocchio sono due importanti strutture anatomiche cui si deve la stabilità dell’arto inferiore e sono inoltre la principale sede della propriocettività del ginocchio. Queste due strutture fibrose hanno pertanto valenza statica e nello stesso tempo dinamica di una della articolazioni più complesse e voluminose del nostro apparato scheletrico.…

Continue Reading

Tatuaggi, piercing ed agopuntura senza rischio.

tatuaggio, agopuntura, rischio, inesistente, CeccherelliNessun aumento del rischio di infezioni trasmissibili per trasfusione dopo tatuaggi, piercing o agopuntura tra i donatori di sangue nei Paesi Bassi

Introduzione

Nei Paesi Bassi, gli eventi correlati agli aghi (NRE) tra cui tatuaggi, piercing e agopuntura sono un motivo per la sospensione temporanea della donazione di sangue.…

Continue Reading

Anticoagulanti orali (NAO) ed agopuntura

anticoagulanti, orali, agopuntura, corso, riflessoterapia, CeccherelliIntroduzione

La terapia anticoagulante viene normalmente utilizzata per ridurre il rischio di eventi tromboembolici nei pazienti affetti da fibrillazione atriale. Il warfarin è stato per anni impiegato come anticoagulante per la sua efficacia, il suo basso costo e per la possibilità di assunzione orale (facilmente somministrabile anche in pazienti a domicilio); è noto tuttavia come tale farmaco sia spesso di difficile impiego a causa della sua stretta finestra terapeutica.,…

Continue Reading