+39 049 836 4121

Beneficio della stimolazione bi oculare per il controllo posturale nei bambini con strabismo

La visione è importante per il controllo posturale, come dimostra il Quoziente di Romberg (RQ): con gli occhi chiusi l’instabilità posturale aumenta rispetto agli occhi aperti (RQ = 2). Eppure, mentre si fissa a distanza lontana, la stabilità posturale è simile ad occhi aperti ed occhi chiusi (RQ = 1). La stabilità posturale può essere migliore visualizzando con entrambi gli occhi piuttosto che con un occhio, ma tale effetto non è costante nei soggetti sani.

Il primo obiettivo dello studio è quello di testare il RQ in funzione della distanza per i bambini con strabismo convergente rispetto divergenti.

Il secondo obiettivo è quello di verificare se la visione dai due occhi rispetto alla visione da un occhio singolo fornisca una stabilità posturale migliore. Tredici bambini con strabismo divergente e undici con strabismo convergente hanno partecipato a questo studio. La posturografia è stato effettuata con il dispositivo Techno concept.

Esperimento 1: quattro condizioni: fissazione a 40 cm ed a 200 centimetri, sia con gli occhi aperti che con gli occhi coperti (valutazione del Quoziente di Romberg). Esperimento 2: sei condizioni: fissazione a 40 cm ed a 200 cm, sia con la visione bi-oculare o con visione monoculare (occhio dominante e non dominante).
Nello strabismo convergente, i gruppi mostrano un valore di RQ di 1,3 a 40 cm, e di  0.94 a distanza di 200 cm, in quello divergente, da vicino il RQ medio è stato di 1,06 e di 1,68 a distanza lontana. Per tutti i bambini, la superficie di oscillazione del corpo era significativamente più piccola con la visualizzazione bi-oculare rispetto a quella monoculare (per entrambi gli occhi).

L’ aumento del valore di RQ da vicino nello strabismo convergente e da lontano per quello divergente può essere attribuito  all’influenza dell’angolo di strabismo di default ed a un migliore utilizzo dei segnali motori oculari. La visione bi-oculare migliora il controllo posturale sia alle diverse distanze di visione e per entrambi i tipi di strabismo. Tale prestazione può essere dovuta a meccanismi complementari: il campo visivo più grande, una migliore qualità della fissazione e l’angolo di vergenza dovuto all’utilizzo di input visivi da entrambi gli occhi.

Benefit of bi-ocular visual stimulation for postural control in children with strabismus. Gaertner C, Creux C, Espinasse-Berrod MA, Orssaud C, Dufier JL, Kapoula Z. PLoS One. 2013;8(4):e60341. doi: 10.1371/journal

Per leggere il full text: clicca qui
A cura di: Francesco Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *