+39 049 836 4121

Caffé e cancro della prostata

Una meta-analisi aggiornata sul consumo di caffè e rischio di cancro alla prostata

SCOPO

I risultati dell’associazione tra consumo di caffè (CC) e rischio di cancro alla prostata (PC) sono ancora controversi. Sulla base di studi pertinenti pubblicati, abbiamo condotto una meta-analisi aggiornata per indagare sul problema.

MATERIALI E METODI

Il protocollo utilizzato in questo articolo è conforme alla lista di controllo PRISMA. Gli studi eleggibili sono stati esaminati e recuperati utilizzando PUBMED e EMBASE così come la revisione manuale dei riferimenti bibliografici fino a luglio 2016. Abbiamo calcolato il rischio relativo aggregato (RR) con un intervallo di confidenza del 95% (CI) con modelli a effetti casuali. La relazione dose-risposta è stata valutata mediante analisi della stima tendenziale dei minimi quadrati generalizzati.

RISULTATI

In totale, abbiamo incluso ventotto studi (14 casi di controllo e 14 studi di coorte) su CC con 42399 pazienti PC per la meta-analisi finale. Nessuna associazione significativa di PC è stata trovata per elevata CC rispetto a nessun CC / basso CC, con RR = 1,07 (IC 95%: 0,96-1,18). Nella meta-analisi del sottogruppo per mezzo della progettazione dello studio, non vi erano associazioni positive significative tra CC e PC negli studi caso-controllo (RR = 1,19, IC 95%: 1,05-1,35) o negli studi di coorte (RR = 0,97, IC 95% : 0.84-1.12).

Inoltre, RR con diversa qualità di studi erano rispettivamente 1,15 (IC 95%: 0,99-1,34) e 1,28 (IC 95%: 1,03-1,58) per gli studi di caso-controllo di alta e bassa qualità; mentre erano rispettivamente 1,02 (IC 95%: 0,88-1,20) e 0,81 (IC 95%: 0,57-1,14) negli studi di coorte. Se analizzati per area geografica, non abbiamo trovato alcuna associazione tra CC e PC, con RR = 1,06 (IC 95%: 0,86-1,30) per 10 studi dall’Europa, 1,06 (IC 95%: 0,94-1,20) per 13 studi condotti in America ; 1,12 (IC 95%: 0,70-1,79) per 4 studi dall’Asia. Tuttavia, nell’analisi sottogruppo per sottotipo della malattia, c’era un’associazione negativa (benefica) significativa nel PC localizzato (RR = 0,90, IC 95%: 0,84-0,97), ma non per il PC avanzato (RR = 0,90, 95 % CI: 0,70-1,16). Inoltre, RR = 0,99 (IC 95%: 0,98-0,99) per un incremento di una tazza al giorno di assunzione di caffè mostra un’associazione significativa con il PC localizzato.

CONCLUSIONE

I nostri risultati indicano che CC non ha effetti dannosi sul PC. Al contrario, ha un effetto sulla riduzione del rischio localizzato del PC. Ulteriori studi prospettici di coorte di alta qualità sono necessari per chiarire questa relazione.

Xia J1, Chen J2, Xue JX3, Yang J3, Wang ZJ3. An Up-to-date Meta-analysis of Coffee Consumption and Risk of Prostate Cancer. Urol J. 2017 Aug 29;14(5):4079-4088.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *