+39 049 836 4121

2 thoughts on “COMMENTO AL DECALOGO A.I.R.A.S. PER IL PAZIENTE CHE SI RIVOLGE ALLE MEDICINE NON CONVENZIONALI

  1. Caro Casciani,
    sono in accordo con te, ti dirò di più: il termine “unconventional medicine” (medicina non convenzionale) è stato coniato da un gruppo di esperti facenti parte di un gruppo di ricerca europeo chiamato COST B4, fra cui c’ero anch’io, nel 1994.
    Il problema è che, mentre è vero che dell’agopuntura si sa tutto il meccanismo d’azione e molto di clinica, molti agopuntori usano ancora la teoria tradizionale cinese, non come insieme mnemotecni-co per la scelta dei punti difronte al paziente, ma perchè in buona fede credono che ci sia l’energia inn e yang, il fuoco di fegato il flegma etc.etc.
    La medicina è alternativa perchè ci sono medici alternativi; e il termine alternativo si usa quando alcuni di loro (in realtà sempre meno) pensano che l’agopuntura possa fungere da alternativa alla medicina occidentale; non complementarietà ma alternativa.
    Sul concetto di medicina integrata ci sarebbe poi da scrivere molto, ma ora non ne ho il tempo.
    Ciao Francesco

  2. Caro francesco,
    il linguaggio degli agopuntori si è modificato di necessità negli ultimi 30 anni , ma resta comunque l’adesione ai principi basilari della tradizione .
    Quando parliamo di energia yin ed nergia yang non facciamo altro che registrare le diverse polarità ( ma riunite nell’unità ) che esistono in natura: la materia e l’energia, gli ioni e i cationi, il giorno e la notte, l’estate e l’inverno, la nascita e la morte.
    L’uomo si barcamena per tutta la sua vita tra queste polarità e potra essere catalogato come prevalentemente yang ( simpaticotonia , movimento )o/e yin ( parasimpaticotonia, inibizione stasi ).
    Non credo che propugnare un approccio cosi dinamico all’individuo sia da abiurare o da condanna-re, proprio in un momento in cui la ricerca medica latita e propone in molte etiopatogenesi delle malattie la necessità di modificare il proprio stile di vita per cercare di prevenire le matattie.
    Cito anche la PNEI ( psiconeuroendocrinoimmunologia ) come nuova scienza che va a suppostare in pieno l’approccio olistico dell’agopuntura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *