+39 049 836 4121

L’elettroagopuntura migliora la motricità in ratti con lesione midollare.

L’elettro agopuntura (EA) migliora la funzione motoria nei ratti con lesione del midollo spinale mediante la inibizione della trasduzione della semaforina3A e la sovraregolazione delle reti nervose periferiche.

Introduzione

Le reti nervose periferiche (PNNs) svolgono un ruolo fondamentale nel recupero neurale dopo una lesione del midollo spinale (SCI). L’elettroagopuntura (EA), come medicina alternativa, è stata ampiamente utilizzata nelle SCI e si è dimostrata efficace sul recupero funzionale neurale.

Scopo dello studio

In questo studio, è stata osservata l’interazione tra PNN e semaforina3A (Sema3A) nel recupero della funzione motoria dopo SCI ed è stato valutato l’effetto della EA su di essi.

Metodi

Dopo la creazione del modello animale SCI, abbiamo scoperto che i motoneuroni nel corno ventrale del segmento del midollo spinale danneggiato risultavano diminuiti, i corpi di Nissl erano sfocati e le PNNs e la Sema3A, nonché il suo recettore neuropilina1 (NRP1), si sono aggregati attorno al canale centrale della sostanza grigia del midollo spinale.

Risultati

Quando abbiamo abbattuto l’espressione di Sema3A nel sito della lesione, anche NRP1 risultava sottoregolato in modo rilevante, la concentrazione di PNNs diminuiva ed anche la tenascina-R (TN-R) e l’aggrecano erano ridotti, mentre il punteggio Basso-Beattie-Bresnahan (BBB) della funzione motoria era aumentato notevolmente.
Inoltre, quando si eseguiva la stimolazione EA su punti di agopuntura Jiaji (EX-B2), Sema3A e NRP1 fortemente sovraregolati venivano invertiti dopo SCI, il che può attenuare il problema dell’accumulo di PNN attorno al canale centrale della sostanza grigia del midollo spinale e contemporaneamente promuovere il recupero della funzione motoria nei ratti.

Discussione

Questi risultati suggeriscono che EA possa ulteriormente influenzare la plasticità delle PNN regolando il segnale Sema3A e promuovendo il recupero della funzione motoria post-SCI.
Quando si esegue la stimolazione EA su punti terapeutici Jiaji (EX-B2), Sema3A e NRP1 sovraregolati sono stati invertiti dopo la LM, il che può ridurre l’accumulo di PNN attorno al tubo centrale della materia grigia del midollo spinale e contemporaneamente promuovere il recupero del funzione motoria nei ratti.

Conclusioni

Questi risultati suggeriscono che EA può ulteriormente influenzare la plasticità delle PNN regolando il segnale Sema3A e promuovendo il recupero della funzione motoria post-SCI. Durante la stimolazione EA su punti terapeutici Jiaji (EX-B2), Sema3A e NRP1 altamente sovraregolati sono stati invertiti dopo la LM, il che può ridurre l’accumulo di PNN attorno al tubo centrale della materia grigia del midollo spinale e contemporaneamente promuovere il recupero della funzione motoria nei ratti.

Questi risultati suggeriscono che EA possa ulteriormente influenzare la plasticità dei PNN regolando il segnale Sema3A e promuovendo il recupero della funzione motoria post-SCI.

Rong Hu, Haipeng Xu, Yaheng Jiang, Yi Chen, Kelin He, , Lei Wu, XiaoMei Shao, and Ruijie Ma EA Improves the Motor Function in Rats with Spinal Cord Injury by Inhibiting Signal Transduction of Semaphorin3A and Upregulating of the Peripheral Nerve Networks.; Neural Plast. 2020; 2020: 8859672.

A cura di:Francesco Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *