+39 049 836 4121

I meridiani secondari

Come probabilmente sapete per noi che ci occupiamo di medicina cinese esistono le linee energetiche chiamati meridiani. Di questi accanto ai più famosi 12 meridiani principali troviamo 8 meridiani che in relazione a quello che per il mondo occidentale è il DNA. Si chiamano straordinari o curiosi.
E per chi come me si occupa di medicina classica questi sono gli unici meridiani (principali e curiosi) che fisiologicamente si ritrovano nell’ organismo.
In patologia ne compaiono altri che sono chiamati meridiani tendino muscolari, meridiani Luo e meridiani distinti.
I meridiani “tendino muscolari” “appaiono” nei traumatismi e nelle aggressioni esterne. Ovviamente più di 2000 anni or sono non si conoscevano i batteri, i virus ecc e quindi si parlava di aggressioni da freddo, da umidità, da calore ecc.
In realtà questi stessi meridiani (meridiani tendino muscolari o “muscoli dei meridiani) entrano in causa anche nella cosiddetta “medicina psicosomatica” (o almeno in una parte di questa).
In particolare realizzano lle “corazze muscolari” cioè le contratture muscolari (al collo ma anche in altre zone del corpo) quando queste sono il risultato della conversione “muscolare” di tensioni psichiche.
Un altro gruppo di meridiani secondari che appaiono in corso di patologie sono i cosiddetti meridiani distinti. Li utilizziamo nelle artrosi, e più in generale nei dolori articolari, delle grosse articolazioni (ginocchio, anca ecc). Ad esempio sto trattando una artrosi dell’anca (con ottimi risultati almeno in sul sintomo dolore) con un distinto specifico che è quello della vescica biliare. I punti sono 2 VC, 17 IT, 1 VB, 20 VG. Si aggiunge il ting all’ opposto e quindi 44 VB contro laterale.
Ma questi meridiani secondari vengono utilizzati anche (ma in questo caso non ho molte esperienze) nelle malattie autoimmunitarie.
Infine un altro gruppo di meridiani secondari che il mio Maestro afferma nascere solo in patologia sono i meridiani LUo. Questi “secondari” andrebbero trattati solo in sanguinamento (ogni 2 giorni). Più semplicemente insegno al paziente i punti e la tecnica del Gua Sha. E’ molto semplice: si strofina la cute del punto fino ad ottenere un arrossamento. In origine si utilizzava una moneta di rame. Oggi vi sono appositi strumenti.
Questo gruppo di meridiani che utilizzo con estrema frequenza entrano in causa nei diversi disturbi psichici. Ogni meridiano principale ha un punto Luo da cui si stacca (origina) il meridiano omonimo.
Vi faccio 2 esempi. Il primo riguarda il Luo,del Polmone quello del perdono. Origina dal 7 Polmone e si dovrebbe utilizzare in tutti i soggetti “ricchi” di sensi di colpa o di rancore.
Il secondo è il Luo del rene e della Vescica; vanno infatti utilizzati assieme. Noi li chiamiamo Luo “campanello di allarme”. Sono da utilizzare nei soggetti sempre in fuga che non si assumono mai responsabilità o al contrario nei soggetti “stoici” che continuano sempre (facendosi molto del male) e non si fermano mai.
Da sottolineare che i classici ci ricordano che questi vasi secondari sono visibili. Testimoni della loro presenza sono le teleangectasie e di noduli (fibrotici o di altra natura) Come vi dicevo utilizzo molto spesso questi meridiani e altrettanto spesso con ottimi risultati.

A cura di: Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *