+39 049 836 4121

TRIGONELLA FOENUM GRAECUM – FIENO GRECO

Si tratta di una pianta medicinale originaria dell’asia occidentale e diffusa nelle regioni temperate e subtropicali. La droga è costituita, essenzialmente, dai semi. La medicina popolare ha utilizzato questa droga per l’inappetenza, la magrezza e l’anoressia, l’astenia, in  varie condizioni anemiche, nella ipercolesterolemia, nel diabete tipo 2, nell’ ipogalattia e nelle epatopatie.
I principali componenti sono rappresentati da alcaloidi (trigonellina ecc), aminoacidi, vitamine, sali minerali, mucillagini, saponine, proteine fosforate, flavonoidi, fitosteroli e piccole quantità di olio essenziale (1). Sui diversi componenti sono state eseguite ricerche sperimentali  e sia gli alcaloidi che gli aminoacidi e le mucillagini sembrano possedere azione ipoglicemizzante. L’suo tradizionale nelle astenia potrebbe trovare un razionale nella presenza di aminoacidi, vitamine ed anche in altre sostanze come la colina  che è considerata essere un fattore lipotropo. Le saponine hanno dimostrato, sperimentalmente, di diminuire i livelli plasmatici di colesterolo. La ricerca clinica si è orientata particolarmente nello studio della proprietà ipoglicemizzante  dimostrando la capacità di diminuire la glicemia basale, quella postprandiale ed anche l’emoglobina glicata nei soggetti diabetici di tipo 2. Pure evidenze cliniche vi sono per la proprietà ipocolesterolemizzante. Il dosaggio consigliato è per il decotto 5-8 grammi in 200 ml di acqua, 2-3 volte al dì. Per le altre preparazione la dose equivalente.  Si tratta di una pianta medicinale discretamente studiata e relativamente numerosi sono gli studi apparsi in epoca recente.
In quello di di Neelakantan (2) si è fatta una metaanalisi sull’ efficacia dei semi di fieno Greco nel controllo della glicemia. Sono stati valutati 10 trial. Complessivamente il fieno greco riduceva la glicemia a digiuno, la glicemia 2 ore dopo il carico e l’emoglobina glicata. In ogni caso gli studi erano etrerogenei specialmente in riferimento al dosaggio di semi di fieno greco utilizzato. Gli autori concludono  sottolineando i benefici effetti del fieno greco ma ricordando, comunque, la necessita di ulteriori studi di alta qualità specialmente con riferimento al dosaggio della droga utilizzata
Nello studio di Singh e coll (3) si è valutata l’azione antossidante del Fieno Greco comparando anche  l’efficacia dei semi (che è la droga abitualmente utilizzata), con le  foglie precoci e quelle mature. Sono stati utilizzati diversi tipi di test. I risultati mostrano che il potere antiossidante è legato al contenuto di polifenoli totali e che questo è più alto nelle foglie mature. Anche la capacità protettiva sul  danno al DNA è particolarmente elevata per questa parte della pianta medicinale.
Nello studio studio di Ali e coll (4) si è valutato l’efficacia del fieno greco, della calendula e eclipta alba sul cancro. Tutti e tre gli estratti riducono il numero, l’incidenza e la molteplicità dei tumori, fatto  che è confermato dagli studi istopatologici che mostrano la regressione dei tumori  Vi  era una diminuzione di PCNA (Proliferating Cell Nuclear Antigen – antigene di proliferazione nucleare –  una proteina, un fattore di processività per la DNA-polimerasi-) nei nuclei dei gruppi trattati. Lo studio dei diversi meccanismi mostra anche che nei gruppi di animali trattati a) migliora il sistema di difesa antiossidante b)  si inibisce la trasduzione da stress del fattore NF kb e c) si osserva un aumento della immunosorveglianza delle cellule mutate. Tutti e  tre gli estratti inducono una stabile espressione di p53 entro le cellule tumorali. I risultati di questo studio, quindi, confermano che queste piante medicinali non solo limitano il tasso di proliferazione ma anche inducono una stabile espressione della apoptosi indotta da p53 determinando diminuzione e regressione dei tumori nel topo.

Bibliografia

1)E. Sangiorgi e coll: fitoterapia Cea Ed, 2007 Milano
2)Neelakantan N, Narayanan M, de Souza RJ, van Dam RM. Effect of fenugreek (Trigonella foenum-graecum L.) intake on glycemia: a meta-analysis of clinical Trials  Nutr J. 2014 Jan 18;13(1):7. doi: 10.1186/1475-2891-13-7.
3)Singh P, Vishwakarma S, Singh R. Antioxidant, oxidative DNA damage protective and antimicrobial activities of Trigonella foenum-graecum plant. J Sci Food Agric. 2014 Jan 24
4)Ali F, Khan R, Khan AQ, Lateef MA, Maqbool T, Sultana S. Assessment of Augmented Immune Surveillance and Tumor Cell Death by Cytoplasmic Stabilization of p53 as a Chemopreventive Strategy of 3 Promising Medicinal Herbs in Murine 2-Stage Skin Carcinogenesis. Integr Cancer Ther. 2013 Dec 19

A cura di:Maurizio Corradin

One thought on “TRIGONELLA FOENUM GRAECUM – FIENO GRECO

  1. Woow that was unusual. I just wrote ann extremely long
    comment but after I clicked submit my comment didn’t appear.
    Grrrr… well I’m not writing aall that over
    again. Regardless, just wanted to say excellent blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *