+39 049 836 4121

27° Congresso S.I.R.A.A. di Riva

Il 12 e 13 ottobre 2012 si è svolto a Riva del Garda (TN), presso l’Hotel Astoria, il XXVII Congresso Nazionale S.I.R.A.A. (Società Italiana di Riflessoterapia Agopuntura e Auricoloterapia).

Il tema del Congresso è stato “L’agopuntura e le riflessoterapie nel trattamento del dolore”. Presidenti del Congresso il prof. Francesco Ceccherelli di Padova e il dott. Paolo Barbagli di Riva del Garda, con Comitato scientifico ed organizzativo composto da G.B. Allais, Presidente S.I.R.A.A., P. Barbagli, G. Bazzoni, P. Betti, R. Bollettin, F. Ceccherelli, I. Farci, A. Losio, G. Lupi, I. Neri, P.E. Quirico, M. Romoli. Il Congresso era patrocinato dal Comune di Riva del Garda, dalla F.I.S.A., dalla Provincia Autonoma di Trento.

Al Congresso hanno presenziato un centinaio di medici agopuntori provenienti da tutte le parti d’Italia, una parte dei quali ha anche partecipato agli eventi paracongressuali (una cena tipica al castello medioevale di Tenno ed una visita guidata nel centro storico di Riva del Garda).
Alle 14 del 12 ottobre ha inaugurato il Congresso il Sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner, accompagnato da Renza Bollettin nella duplice veste di Assessore del Comune di Riva del Garda e di organizzatore, seguito dal Presidente dell’Ordine dei Medici dott. Zumiani, che ha auspicato una maggiore integrazione scientifica e culturale delle pratiche mediche complementari quali l’agopuntura e le riflessoterapie.

E’ intervenuto altresì l’Assessore Provinciale alla Cultura Franco Panizza, mentre il Presidente della S.I.R.A.A. Giovan Battista Allais ha dato il via alla parte scientifica del Congresso, aperta dall’intervento di Carlo Maria Giovanardi, Presidente della F.I.S.A., che ha illustrato lo stato dell’arte dell’agopuntura in Italia, esponendo i contatti con gli esponenti del Governo e i “numeri” della FISA, con 19 Associazioni di agopuntura affiliate e quasi 2000 medici iscritti.
Francesco Ceccherelli ha inaugurato la nutrita serie di relazioni scientifiche, con l’”Approccio integrato nel trattamento della fibromialgia primaria”, una sindrome complessa e sfuggente che abbisogna di un trattamento multifattoriale, comprendente l’agopuntura. Giuseppe Gagliardi ha poi trattato l’ “Analgesia da agopuntura e funzione gliale: quale evidenza ?”, e Giuseppe Lupi ha parlato del ruolo dell’agopuntura nel dolore pelvico. Isabella Neri ha poi illustrato il possibile ruolo dell’agopuntura nel dolore ginecologico, mentre Piero Ettore Quirico ha parlato dell’agopuntura nelle lombalgie, con modalità, vantaggi e limiti della metodica.

Infine Agostino Roasio ha esposto “Il dolore cronico muscolo-scheletrico del paziente anziano: ruolo dell’agopuntura”, chiudendo la Prima sessione dedicata all’agopuntura. A questa è seguita una sessione interamente dedicata all’auricoloterapia, con Giancarlo Bazzoni che ha parlato di “Vagus Nerve Stimulation VNS) e “microsistema auricolare” nella terapia del dolore: modelli interpretativi ed esperienze cliniche”.
Cornelia De Marchi ha parlato di “Trattamento di supporto della spalla dolorosa mediante auricoloterapia: 3 casi clinici”, mentre Vincenzo Loi ha intrattenuto su “Esperienze preliminari sul management della fame emozionale con una nuova strategia basata sull’Agopuntura auricolare”.
Antonio Losio ha discusso di un caso con effetti collaterali da chemioterapia, trattato con auricoloterapia, e Antonello Lovato della “Transfissione: un metodo efficace di stimolazione del padiglione auricolare per il trattamento di pazienti con spalla dolorosa cronica”.

Sabato 13 ottobre si è aperto con due relazioni sulla neuralterapia secondo Huneke, la prima di Renza Bollettin con un caso clinico, corredato dalla testimonianza fisica della persona interessata, di algodistrofia riflessa dell’arto superiore trattato mediante infiltrazione neuralterapeutica di alcune cicatrici, la seconda di Marco Romoli sui dati preliminari di uno studio sull’importanza delle cicatrici nel determinare disturbi della postura e relativi problemi algici.

E’ seguita una ricca serie di Comunicazioni, con Alessandro Decarli (cervicalgia cronica), Rosanna Dezzoni (approccio multidisciplinare alla fibromialgia e caso di coxalgia acuta trattata con addominoagopuntura), Vincenzo Farina (esperienze sull’emicrania dal “profondo” sud), Giuseppe Fornasier (nevralgia posterpetica), Monica Marchesi (lombalgie croniche), Anna Poggi (un caso di addomino-agopuntura), Simone Zanella (studio prospettico di agopuntura versus farmaci nel dolore postoperatorio).

E’ stato poi illustrata l’attività passata e ventura della SIRAA e il prossimo Congresso, che si svolgerà in Val d’Aosta, mentre nel pomeriggio vi è stata una II sessione di agopuntura, con Gisella Airola (dolore muscolo scheletrico), Giuseppe Antonucci (uso di un punto per diagnosticare le appendicopatie), Patrizia Betti (“Valutazione del livello di sedazione ottenuta mediante l’utilizzo di un protocollo agopunturale su volontari sani”), Carlo Moiraghi (proposta interpretativa del Nejing Suwen 41 e il dolore renale), Paola Shiapparelli (agopuntura nella dismenorrea), Osvaldo Sponzilli e Riccardo Rinaldi (la termografia nel trattamento del dolore con agopuntura).

L’ultima parte del Congresso è stata poi dedicata a metodiche riflessoterapiche diverse da quelle fino a quel momento esposte, come la riflessoterapia con fisiologica nel dolore benigno, illustrata da Paolo Barbagli, gli aspetti riabilitativi della medicina integrata in geriatria, con Fulvio Fontanini, la cranio puntura con Riccardo Mazzoni, la laser agopuntura nel dolore cronico con Donatella Rizzitano.
Gli Atti del Congresso saranno a breve integralmente consultabili sul sito della S.I.R.A.A. (http://www.siraa.it).

A cura di: Paolo Barbagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *