+39 049 836 4121

Stimolazione omolaterale o controlaterale nella patologia di spalla.

Differenti meccanismi dell’agopuntura controlaterale od omolaterale nella modulazione dell’attività cerebrale in pazienti con dolore cronico unilaterale della spalla: uno studio pilota di imaging con Risonanza Magnetica Funzionale ( fMRI).

Premessa

Il dolore cronico alla spalla (CSP) è una malattia comune che causa dolore e limitazione funzionale, che è altamente prevalente e ha effetti negativi sostanziali sulla qualità della vita. L’agopuntura ha guadagnato popolarità ed è stata accettata gradualmente da molti paesi perché può trattare con successo i pazienti con dolore cronico, ma i meccanismi cerebrali specifici   del trattamento agopunturale del CSP rimangono poco chiari

Obiettivi

Pertanto, in questo studio, abbiamo miratoa:

1) confrontare gli effetti clinici tra l’agopuntura controlaterale e omolaterale  del punto Tiakou (St38)   nei pazienti con dolore alla spalla unilaterale e

2) esplorare come l’agopuntura controlaterale e omolaterale moduli l’omogeneità regionale (ReHo) di pazienti con CSP.

Pazienti e metodi

Questo è stato uno studio pilota di imaging di Risonanza Magnetica funzionale (fMRI). Ventiquattro pazienti con CSP sono stati reclutati e assegnati a random al gruppo di agopuntura controlaterale (gruppo contro) e al gruppo di agopuntura omolaterale (gruppo omo). Tutti i pazienti hanno completato scansioni di risonanza magnetica funzionale (FMRI)  a riposo prima e dopo il trattamento con agopuntura. Per valutare l’efficacia clinica del trattamento sono stati usati l’intensità del dolore alla spalla (scala analogica visiva [VAS]) e la funzione dell’articolazione della spalla (Constant-Murley score [CMS]). ReHo è stato utilizzata per valutare l’attività cerebrale allo stato di riposo.

Risultati

Abbiamo riscontrato un miglioramento clinico nella diminuzione dell’intensità del dolore e nell’aumentare la funzione della spalla in entrambi i gruppi, e il miglioramento funzionale obiettivo medio della spalla nel gruppo di agopuntura controlaterale era maggiore di quello nel gruppo di agopuntura omolaterale ( p = 0,010). È interessante notare che il meccanismo cerebrale dell’agopuntura controlaterale in corrispondenza di ST 38 era distinguibile dall’agopuntura omolaterale per quanto riguarda i valori  ReHo.

Conclusione

La corteccia cingolata anteriore (ACC) può svolgere un ruolo diretto nella regolazione del cervello mediante l’agopuntura controlaterale di ST 38 in pazienti con dolore alla spalla. Al contrario, la via della corteccia tronco cerebrale-talamo può probabilmente intervenire  nel meccanismo d’azione dell’ agopuntura omolaterale di St 38.

Discussione

I nostri risultati indicano che gli effetti clinici e i meccanismi cerebrali sono diversi tra la stimolazione controlaterale e omolaterale di punti di agopuntura nei pazienti con CSP e implicano che la selezione di una terapia di agopuntura controlaterale o omolaterale per il trattamento di alcune condizioni di dolore cronico è necessaria.

Zhang S, Wang X, Yan CQ, Hu SQ, Huo JW, Wang ZY, Zhou P, Liu CH, Liu CZ. Different mechanisms of contralateral- or ipsilateral-acupuncture to modulate the brain activity in patients with unilateral chronic shoulder pain: a pilot fMRI study. J Pain Res. 2018 Mar 7;11:505-514. doi: 10.2147/JPR.S152550. eCollection 2018.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *