+39 049 836 4121

Analisi degli studi sull’impiego dell’agopuntura nel parto relativo agli ultimi dieci anni in cina

La pratica dell’agopuntura (AP) in Cina ha storia millenaria. Il suo primo impiego risale a circa 1600 anni fa e da allora è stata ampiamente usata per indurre il parto, alleviarne i dolori del parto e per ridurre la mortalità intrauterina. Il presente lavoro analizza gli studi concernenti l’uso di questa metodica nell’induzione del parto in Cina e relativi agli ultimi 10 anni. A tale scopo sono stati analizzati i lavori presenti su svariati database e riviste scientifiche (Chinese Journal Full—text Database (CJFD), China Science and Technology Journal Database (CSTJ) and Chinese Biomedical Literature Database (CBM) nel periodo 2002 – 2012. Il materiale preso in considerazione consisteva in ricerche cliniche, precliniche e review che sono state tutte valutate dall’Oxford Centre for Evidence-Based Medicine Level of evidence (Oxford’ level of evidence) (score da I a IV).

In questa analisi si è riscontrato che tutte le ricerche cliniche erano state condotte seguendo cinque filoni principali: uso dell’AP nel trattamento del dolore da parto, induzione del parto, problematiche postpartum es. insufficiente montata lattea, sanguinamento uterino o ritenzione urinaria), AP e aborto, influenza dei fattori psicologici negli effetti agopunturali sul dolore da parto. In tutti e cinque gli ambiti l’AP (intesa nella più ampia varietà della sue forme: AP somatica ed auricolare, scalp AP, agopressione, infiltrazione degli agopunti, elettroAP, moxabustione in combinazione con fitoterapia e medicina moderna) l’uso dell’AP si è dimostrata metodica valida, a basso costo e sostanzialmente priva di effetti collaterali. L’AP si è dimostrata inoltre capace di influenzare l’assetto  ormonale (azione sulla secrezione di PGE2, estradiolo, progesterone).

Il graduale ma sostanziale incremento del numero di lavori relativi all’uso dell’AP nelle problematiche del parto e del periparto (per problematiche sia ostetriche che ginecologiche) dimostrano come vi sia un interesse sempre crescente nell’uso di questa metodica che si dimostra semplice, a basso costo e priva di effetti collaterali per madre e figlio. Va sottolineato tuttavia che questa analisi ha messo in evidenza la mancanza di studi randomizzati controllati multicentrici e di volume consistente, la mancanza di una standardizzazione della valutazione degli effetti clinici e una sostanziale insufficiente comprensione del suo meccanismo d’azione. Si conclude pertanto come, nonostante le incoraggianti evidenze di efficacia ma in presenza di dati a volte contrastanti e non univoci, siano necessarie ulteriori conferme scientifiche per la definitiva validazione della metodica.

Analyzing the Study of Using Acupuncture in Delivery in the Past Ten Years in China.
Chen Y, Zhang X, Fang Y, Yang J.
Evid Based Complement Alternat Med. 2014;2014:672508. Epub 2014 Feb 13.

A cura di: Mario Biral

Per leggere il full text: clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *