+39 049 836 4121

AURICOLOTERAPIA E ADDOMINOAGOPUNTURA IN POLIARTRALGIE DIFFUSE IN ARTRITE REUMATOIDE SIERONEGATIVA. CASO CLINICO.

Donna di 59 aa affetta dolore di tipo somatico in poliartralgie  da artrite reumatoide sieronegativa, trattata con ciclo di addominoagopuntura ed auricoloterapia, modificando ad ogni seduta gli schemi in base alla sintomatologia descritta dalla paziente .
Anamnesi patologica remota: a 39 anni artroscopia ginocchio destro in condropatia, 1 anno dopo sublussazione rotula sinistra; a 51 anni diagnosi di tiroidite di Hashimoto (attualmente in terapia con Eutirox 100 mcg). Intolleranza all’ASA.
Anamnesi patologica prossima: nel novembre 2012 si presenta all’ambulatorio di terapia del dolore per riacutizzazione della gonalgia destra (NRS dinamico 6-7, statico 3-4) che si riduce con applicazione di ghiaccio e FANS (Nimesulide), la RM evidenzia versamento intra-articolare. Oltre a tale problematica lamenta dolore cronico, soprattutto dinamico, alle spalle (NRS 3-4) e alle anche (NRS 6-7). Alla RM della spalla destra risulta un quadro di “impingement” sub-acromiale, artrosi acromion-claveare con edema spongioso subcondrale periarticolare. Era stata valutata in precedenza dal Collega reumatologo, che aveva  impostato Colchicina e Metilprednisolone per os.
Esame obiettivo.
Test di Jobe positivo a destra, retropulsione dell’arto superiore destro possibile solo con anteriorizzazione della spalla, anteropulsione 100°. A sinistra test di Jobe negativo sinistra, con dolorabilità della porzione posteriore della spalla nelle manovre di mobilizzazione attiva e passiva. Test per la valutazione dell’ intra- ed extra-rotazione dell’anca positivo bilateralmente. Ginocchio destro aumentato di volume, ma senza segni di flogosi in atto.
Trattamento.
Si imposta ciclo di addominoagopuntura (8 sedute, a cadenza settimanale le prime 5 e mensile le ultime 3 sedute) e auricoloterapia (6 sedute).
Schema addominoagopuntura: aghi Seirin 0. 30x30mm, sui punti CV12, CV4, CV10, CV6, ST24 bilaterale, ST26 bilaterale, BO4, BO5, BO6, tutti bilaterali; poi, per rinforzo, BO8, ST25, Bo7, MP15 tutti bilaterali; infine CV9 (punto “FANS”). Dopo 2 sole sedute il dolore alle spalle è completamente sparito con ripresa completa della motilità: addirittura già durante la 2° seduta la paziente alza le braccia senza accorgersene e incrocia le mani sotto la nuca! Persiste invece il dolore alle anche ed alla parte interna delle cosce; assume solo Metilprednisolone, sospesa la Colchicina.  Dalla 3° seduta si associa auricoloterapia con posizionamento di semi di vaccaria nei punti Omega 2, Retrotalamo, Corpo Calloso, punto spalla, muro di C4, ACTH su entrambi padiglioni auricolari. Alla 4° seduta lo schema di addominoagopuntura viene modificato nel seguente modo; CV12, CV4, CV10, CV6, ST26 bilaterale, Bo7 bilaterale con rinforzo “a cinque stelle” a destra, KI13 bilaterale. Alla 5° seduta la pazientelamenta, a seguito di una sindrome influenzale, la comparsa di dolore ai piedi, quindi si aggiungono allo schema precedente BO4 e BO6 bilaterali In auricoloterapia allo schema precedente si posizionano semi di vaccaria sul punto piedi anteriore/posteriore e punti milza e fegato posteriori. A fine seduta la paziente riferisce la scomparsa del dolore al piede destro e sensazione di netto miglioramento a sinistra. Alla 6° seduta, per ricomparsa dei dolori a livello delle spalle e delle anche bilateralmente, lo schema viene nuovamente modificato:  CV12, CV4, CV10, CV6, CV9, ST24 e ST26 bilaterali. Alla 7° seduta, per persistenza del dolore alle ginocchia con sensazione di gambe “pesanti” si aggiunge BO8 bilaterale.
La paziente, per problemi familiari e di lavoro, non ha potuto proseguire i nostri trattamenti nel tempo ed ha assunto Metotrexate su consiglio del Collega reumatologo.
Discussione e conclusioni.
Anche se la paziente ad ogni seduta si presentava soddisfatta dei risultati ottenuti, di volta in volta lamentava nuove problematiche: il caso descritto potrebbe far pensare non tanto ad una risoluzione, ma quasi ad una “ricorsa” al sollievo dei nuovi sintomi, il che offre l’opportunità di alcune riflessioni: 1) Evidente validità dell’addominoagopuntura anche in corso di terapia cortisonica cronica; 2) Limitata durata del risultato ottenuto a medio termine con necessità di ripetere le sedute nel tempo con una certa assiduità soprattutto nei casi di malattie croniche degenerative; 3) L’importanza di “personalizzare” il trattamento sulla base del variare della sintomatologia riferita dal paziente; 4) Possibile potenziamento dell’efficacia dato dall’integrazione di due tecniche riflessoterapiche come l’auricoloterapia e l’addominoagopuntura. 5) Molto probabilmente i trattamenti seguiti hanno consentito alla paziente di rimandare l’assunzione dell’immunosoppressore (Metotrexate) di circa un anno e forse con un numero maggiore di sedute si sarebbe anche ottenere risultati migliori.

A cura di: Poggi Anna, Dezzoni Rossana

2 thoughts on “AURICOLOTERAPIA E ADDOMINOAGOPUNTURA IN POLIARTRALGIE DIFFUSE IN ARTRITE REUMATOIDE SIERONEGATIVA. CASO CLINICO.

  1. It’s a shame you don’t havе a donate button! I’d definitely donate to this
    superb Ьlog! I supρose for now i’ll settⅼe for booкmarking
    and adding youг ɌSS feed to my Google aϲcount. I look forward to fresh upԁates and will sһare this blog ԝith my Facebоok group.
    Chat soon!

    1. I thank you for appreciating my work. We do not seek funding because we are a nonprofit association that runs with a school that plans nonconventional medicine courses following a scientific and not alternative medicine education.
      Best regards, F.Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *