+39 049 836 4121

Effetto dell’esercizio fisico e del kinesiotaping sul recupero addominale in donne dopo taglio cesareo: studio pilota randomizzato controllato

Il complesso processo ormonale, unitamente al problema meccanico dell’aumento volumetrico progressivo intraddominale che caratterizza la gravidanza e che continua nel postpartum porta, nel tempo ad un indebolimento dei muscoli addominali e ad una ipotonia degli stessi; le relaxine che vengo secrete durante la gravidanza agiscono inoltre sul connettivo rendendolo più morbido e più elastico. Questi cambiamenti provocano alterazioni anatomiche, fisiologiche e biomeccaniche che sono responsabili della mancanza di supporto necessario per la regione addomino-pelvica, del dolore, con un notevole impatto negativo sulla qualità della vita e l’eventuale taglio cesareo non fa che peggiorare le condizioni biomeccaniche di cui sopra. Molti studi sottolineano l’importanza dell’esercizio fisico nel periodo postpartum (in termini di benefici sulla  depressione, miglioramento del benessere generale, prevenzione della diastasi dei muscolo retti addominali , miglioramento del trofismo osseo ecc.). Purtuttavia, pur essendo dimostrato il beneficio derivante dall’esercizio fisico, iniziare e mantenere programmi di esercizio è spesso un processo molto difficile e complesso per le donne. Il Kinesio taping (KT) è metodica che ha guadagnato mano a mano popolarità nel trattamento di vari disturbi muscolo-scheletrici e può essere utilizzato per programmi di riabilitazione muscolare (ha effetti su facilitazione dell’attivazione muscolare, aumento della circolazione del sangue e della linfa e diminuzione del dolore mediante neuromodulazione, è inoltre in gradi di regolare la tensione muscolare e fasciale). Allo scopo di valutare gli eventuali benefici del KT sono state arruolate 24 donne tra il quarto e il sesto mese postnatale, cesarizzate, e randomizzate in due gruppi in cui sono stati seguiti due diversi protocolli riabilitativi: KT + esercizio fisico (n = 12) e gruppo di solo esercizio fisico (n = 12). KT è stato applicato due volte alla settimana per 4 settimane sui retti addominali, muscoli obliqui e sull’incisione del taglio cesareo Fig. 1). Tutte le partecipanti sono state valutate con test muscolare manuale, il test di sit-up, il test di resistenza addominale, VAS, misurazione della circonferenza addominale e con questionario per la disabilità sec. Roland Morris (RMDQ). Risultati: i dati raccolti hanno dimostrato una significativa superiorità riabilitativa nel gruppo di donne trattate con KT ed esercizio fisico in termini di aumento della forza contrattile nei muscoli retti addominali, nel test di sit-up, VAS, in termini di misurazione della circonferenza del girovita e nella scala RMDQ (p?0.05). Conclusioni: i dati riportati dagli Autori di questo lavoro dimostrerebbero che l’aggiunta di KT ad un regolare programma di esercizi fisici di rinforzo dei muscoli addominali in donne sottoposte a taglio cesareo offra un maggior beneficio per il recupero addominale rispetto al solo esercizio fisico. Ulteriori studi con dimensioni maggiori del campione e follow-up a lungo termine sono necessari per verificare questi risultati.

Fig. 1

Ceren Guursen, Deniz Inanoglu, Serap Kaya, Turkan Akbayrak,  Gul Baltac. Effects of exercise and Kinesio taping on abdominal recovery in women with cesarean section: a pilot randomized controlled trial.  Arch Gynecol Obstet (2016) 293:557–565

A cura di: Mario Biral

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *