+39 049 836 4121

EFFETTO DELLA TERAPIA ORMONALE NEL BILANCIO POSTURALE NELLE DONNE IN POST MENOPAUSA

Lo scopo di questo studio era di analizzare gli effetti della terapia ormonale (HT) sull’equilibrio posturale nelle donne in post-menopausa e la sua associazione con il rischio di cadute.
METODI.In questo studio trasversale, condotto su  un totale di 225 donne brasiliane in postmenopausa di età compresa tra 45 e 75 anni sono stati inclusi e divisi in due gruppi: gli utenti HT (n = 102) e non consumatori (n = 123). HT utenti erano donne che avevano sempre preso HT nel corso dei 6 mesi precedenti, mentre non utilizzatori non ha ricevuto alcuna terapia di questo genere nello stesso periodo.
Le donne con amenorrea da più di 12 mesi e di età compresa tra 45 anni o più anziani sono state incluse. Quelle con disturbi neurologici o muscolo-scheletrico come anche le vestibolopatie, e  deficit visivo, o l’uso di droghe che potrebbero influenzare l’equilibrio sono state escluse. Storie di cadute (precedenti 24 mesi), nonché le caratteristiche cliniche e antropometriche sono state analizzate.
IL bilancio posturale è stato valutato mediante stabilometria (piattaforma di forza computerizzata), test di Romberg, ed il crouching test. Per l’analisi statistica sono stati utilizzati  il test della mediana, ? test, coefficiente di correlazione di Spearman, e il metodo di regressione logistica (odds ratio).
RISULTATI.Le donne utilizzatrici della HT erano più giovani (53,0 vs 57,0 y) e in menopausa (5,5 vs 10,0 y) da un tempo più breve che le non utilizzatrici (P <0,05). Non sono state osservate differenze antropometriche. Il numero di donne che hanno sperimentato cadute era significativamente più bassa tra le utilizzatrici di HT che nelle non utilizzatrici: 51 vs 88 cadute, rispettivamente (P <0,05), il gruppo delle utilizzatrici della HT  ha presentato un rischio di cadute aggiustato di 0,49 volte inferiore rispetto al gruppo delle non utilizzatrici (95% CI, 0,27-0,88).
Per i parametri stabilometrici, le utilizzatrici della HT mostrato ampiezza significativamente inferiore nel corpo, sia come  oscillazione latero-laterale che antero-posteriore, e un’area più piccola del gomitolo rispetto alle non utilizzatrici (P <0,05). Non esiste alcuna correlazione significativa tra il test di Romberg e il tasso di caduta (P> 0.05). Nel crouching test, il 47,1% delle partecipanti ha mostrato un adeguato livello di forza muscolare negli arti inferiori, senza differenze tra i gruppi (p> 0,05).
CONCLUSIONI:
Le donne in postmenopausa che utilizzano la terapia ormonale hanno dimostrato una minore frequenza di cadute ed una migliore performance in fatto di parametri stabilometrici rispetto alle non utilizzatrici.

Rodrigues Barral AB, Nahas EA, Nahas-Neto J, Cangussu LM, Buttros DD.
Effect of hormone therapy on postural balance in postmenopausal women.
Menopause. 2012 Apr 2. [Epub ahead of print]

A cura di: Francesco Ceccherelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *