+39 049 836 4121

IL MERIDIANO DEL POLMONE ED I SUOI PUNTI

Per coloro che come me si occupano di Medicina Cinese ed in particolare della medicina classica (cioè di quel corpo dottrinario che praticamente ha termine nel periodo Ming) i meridiani hanno una loro individualità anche indipendentemente dai punti che contengono.
Il meridiano del Polmone per noi è il primo della circolazione energetica e si occupa, in particolare, delle aggressioni causate da “energie prevaricanti esterne” (freddo, caldo, unidità ecc) che hanno l’equivalente occidentale nelle aggressioni da virus batteri ecc.
Essendo il primo nella circolazione energetica si occupa essenzialmente di aggressioni “acute” mentre è molto meno efficace nelle patologie infettive “croniche”. Anche per questo motivo e per essere in relazione con la superficie del corpo la puntura su questi punti dovrebbe essere poco profonda; i classici parlano infatti di pungere fra 3 e 5 Fen (cioè meno di 1\2 misura).
Fra i punti più indicati nelle “aggressioni acute da energie esterne” vi sono il Lu 1 (Zhong Fu), LU 7 (Lie Que), Lu 8 (Jing Qu).
Se si studia poi il decorso classico del meridiano (e non solo il decorso esterno) si nota che origina nello Stomaco, ha poi un decorso discendente al grosso intestino per poi risalire nuovamente e giungere nel torace a 6 misure dalla linea mediana, nel 1° spazio intercostale, dove è posto il primo punto Zhong Fu.
Questo percorso spiega perche spesso punti del polmone (ad esempio LU 5 Chi Ze) sono utilizzati assieme a punti dello Stomaco per trattare disturbi di quest’ ultimo viscere (nausea, vomito ecc). Nel reflusso gastrico una formula potrebbe essere 5 LU, 25 ST, 42 ST.
I punti del meridiano del Polmone, come tutti i punti dell agopuntura, hanno poi importanti connotazioni psichiche. In particolare questo meridiano è essenziale per eliminare i “ricordi del passato che avvelenano il Presente”. Fra i punti più importanti a questo riguardo vi è Lu 7 Lie que che, in sanguinamento, potremmo chiamare il “punto del perdono”. Altrettanto importante è LU 5 Chi Ze il “punto della palude” che è particolarmente indicato per le persone che hanno un senso di colpa per uno stile di vita di cui si vergognano. Si tratta di soggetti con vita irregolare, alimentazione disordinata, eccesso di fumo o alcool.
Fra le altre caratteristiche di questo meridiano e dei suoi punti ricordiamo poi l’uso del 4 LU Xia Bai che è uno dei punti più potenti per trattare il dolore ed è, sicuramente, il punto più analgesico di questo meridiano.
Ad esempio nella nevralgia intercostale : LU 4 e PC6 e nel dolore genitale Lu 4 e LR 5.
11 LU (Shao Shang) è l’ultimo punto del meridiano ed è particolarmente utile per i quadri funzionali acuti che riguardano gli organi di senso
Sordità improvvisa: LU 11 e KI 1, afonia improvvisa Lu11 e PC9 e, da solo, nella anosmia improvvisa.
10 Lu (Yu Ji) è un importante punto psicosomatico, utile nella elaborazione del lutto. Altrettanto efficace per coloro che hanno paura di rimanere soli, isolati.
9 Lu (Tai Yuan) è forse l’unico punto del polmone che, in moxa, “tratta” le patologie dell’ organo Polmone. E molto utile anche nella depressione. Una sequenza nella sindrome bipolare potrebbe essere 9 LU, 5 LI, 8 LI, 9 LI, 67 BL.
6 Li (Kong Zui) è il punto Xi del meridiano. Fra le tante caratteristiche una da ricordare è quella di essere uno dei pochi punti capaci di idratare il polmone ed i suoi “territori periferici “ (pelle ad esempio).
2 Lu (Yun Men) regola la sudorazione e favorisce l’eliminazione dei liquidi atraverso la diuresi.

A CURA DI: Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *