+39 049 836 4121

MALATTIE EMATOLOGICHE E PUNTI DEL DORSO

In questo nostro studio abbiamo valutato la sensibilità dei punti del dorso in 208 pazienti affetti da patologie ematologiche gravi. Più esattamente le patologie considerate  erano: leucemia mieloblastica cronica (44 pazienti), policitemia vera (51 pazienti), trombocitemia essenziale (97 pazienti) e mielofibrosi idiopatica (16 pazienti).
Ovviamente i tempi “stretti” di un ambulatorio di ematologia di un grande ospedale italiano non permettevano ne  “diagnosi energetiche” ne valutazioni “in doppio cieco”.  Inoltre le diverse patologie valutate, benché  tutte di tipo “ematologico”, variano notevolmente per impianto fisiopatologico, sintomatologia, diagnosi e terapia. Comunque sia  lo scopo di questo studio clinico era la valutazione della sensibilità diagnostica dei punti del dorso  e l’eventuale comprensione dei meccanismi che determinavano questa sensibilità.
Come è noto nel dorso sono presenti diversi punti di agopuntura. Li ricordiamo brevemente. Sulla linea mediana, a livello delle spinose “corre” il vaso governatore con punti posti appena sotto le spinose. A mezza distanza (pollice o cun) dalla  linea mediana si trovano i punti Hua Tuo. A 1,5 distanze  (2 dita trasverse) si trova la linea interna del meridiano di vescica dove sono posti gli “shu” (punti) del dorso. A 3 distanze (4 dita trasverse) si trovano i punti “ben shen” che hanno, secondo la tradizione, un importante impatto sullo psichismo.  In questo nostro studio abbiamo trovato punti “sensibili” in 90 pazienti (su 208). Raramente i punti sensibili erano rappresentati da Hua Tuo (3 su 208) e molto più frequentemente erano Shu del dorso (49 pazienti) e ben Shen (41 pazienti). Ovviamente in alcuni casi si erano più punti sensibili e dolenti nello stesso paziente. Non vi erano molte differenze nella sensibilità fra le diverse patologie considerate. I 3 punti risultati più frequentemente positivi erano BL 43 (Gao Huang) (BL 38 della nomenclatura francese) , BL 44 (Shen tang) (BL 39 della nomenclatura francese) e BL 23 (Shen Shu). Il 4° punto risultato più sensibile risultava essere BL 18 (Gan Shu).
Ricordiamo che secondo la tradizione cinese tutti questi punti sono in relazione con i midolli. La tradizione cinese (del 4° secolo avanti cristo) non fa molta differenza fra midollo osseo e midollo spinale, anche se quasi tutte le descrizioni dei classici fanno riferimento al “midollo osseo”. In ogni caso quest’ ultimo sarebbe – tradizionalmente – il frutto della “fusione” le energie del “rene” e quelle del Cuore”. Quello che possiamo sottolineare che tutti i punti sensibili di questo nostro studio appartenevano o al Cuore (BL 43, BL 44) o al rene (BL 23), oppure come BL 18 ha comunque strette relazioni con il sangue.   Ricordiamo infine che un medico dl 7° secolo (Sun Si Miao) attribuiva una importante funzione sul sangue a BL 43 che era il punto più sensibile e comune in tutte le patologie considerate.

A  cura di: Maurizio Corradin

[fb-like-button]

One thought on “MALATTIE EMATOLOGICHE E PUNTI DEL DORSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *