+39 049 836 4121

Le ricette dell’agopuntura del periodo classico.

Uno dei più grandi pensatori del periodo classico della medicina cinese fu Li Dong Yuan detto Li Gao che visse dal 1180 al 1251, grande esperto di agopuntura. Fu un medico particolarmente interessato alla gastroenterologia e sviluppò un suo stile definito “tonificare” la Terra. Con questa dizione si intende la Terra dei 5 movimenti che è in stretta relazione con la Milza e lo Stomaco. Questa coppia – secondo l’ Autore – è posta al centro ed ha lo scopo di “tonificare” tutti gli organi.  I suoi insegnamenti si trovano in un testo chiamato Pi Wei Lun (“trattato della Milza e dello Stomaco”) di cui è disponibile anche una versione in lingua inglese .
In estrema sintesi l’ Autore sviluppò una tecnica di agopuntura  detta dei 3 triangoli con lo  scopo di trattare il “centro” (la Milza pancreas e lo Stomaco) e di conseguenza tutto l’ organismo.

I punti

I punti chiave di questa sono i punti Wan (stomaco) che si trovano sul vaso concezione e sono chiamati Superiore (Shan Wan – 13 VC), medio (Zhong Wan – 12 VC) ed inferiore Xia (Xia wan 10 VC). A questi punti “centrali” sono associati altri punti a costruire, appunto dei triangoli.

I triangoli

Il primo di questi prevede la puntura  di 12 Cv con St 36. Questo primo triangolo è quello centrale in tutto il trattamento. La seconda sequenza prevede l’ uso di 13 CV con 6 PC ed infine l’ ultima 10 CV e 25 St.

Indicazioni cliniche

Come si può notare si tratta di punti di agopuntura particolarmente utilizzati da tutte le scuole seguenti (ed anche dalla moderna medicina tradizionale cinese).
Il primo triangolo (CV 12 e St 36) ha la funzione specifica di trattare Milza- pancreas  e Stomaco cioè gli organi che hanno la funzione di tonificare tutto l’ organismo.
La seconda coppia 13 CV e 6 PC  trattano specificatamente. il ristagno di cibo ma non solo . Si tratta infatti di una coppia utilizzata frequentemente nei disordini emotivi (chiamati “fuoco Yin”) ed anche nei disturbi alimentari.
Il terzo ed ultimo triangolo  (10 CV -25 ST) tratta  “l’ energia” del rene (“la radice del corpo”). Esisteva anche un rituale nella infissione degli aghi. Innanzitutto 12 CV – 36 ST, poi 13 CV – 6 PC ed infine 10 CV e 25 ST. Dopo 30 minuti circa gli aghi venivano rimossi in modo contrario (prima l’ultima coppia ed infine la prima).

Conclusioni

A questi 3 triangoli vari autori moderni ne aggiunsero altri (ad esempio 4-6 CV e 30 Stomaco) allo scopo di “aumentare” l’efficacia della tonificazione del Centro.
In ogni caso i triangoli del Pi Wei Lun rimangono la base per trattare i diversi disturbi della “gastroenterologia” con agoputura.

A cura di: Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *