+39 049 836 4121

SEMINARIO DI MEDICINA MANUALE

Il 14 gennaio 2012, presso il Centro Medico “Artius” di Arzano(NA), si è  svolto il Convegno “Il Mal di Schiena : Diagnosi,Trattamento manuale e farmacologico” con il patrocino dell’A.I.R.A.S di Padova e  del Comune di Arzano .
La partecipazione al convegno è stata gratuita e riservata esclusivamente ai medici, infatti, malgrado le numerose richieste, non sono state accettate iscrizioni di fisioterapisti, diplomati Isef e altre professioni sanitarie non mediche. Alla presenza di numerosi medici, provenienti da tutto l’hinterland napoletano e del Sindaco di Arzano (anche egli medico), i relatori Dr. Stefano Alzeni, Dr. Giovanni Asero , Dr. Arcangelo Fiorillo, hanno  cercato di far conoscere ai presenti l’AIRAS  e la Medicina Manuale Ortopedica di Maigne
Il convegno si è  svolto in due parti. Una prima parte teorica,durante la quale, ad  una breve introduzione storica della Medicina Manuale  sono seguite delle interessanti relazioni sul mal di schiena , trattato sia sotto l’aspetto  fisiopatologico e diagnostico sia sotto l’aspetto terapeutico (manuale e farmacologico).Dopo il “coffee break “ed il rinfresco, gentilmete offerto dal Centro Artius  ha avuto inizio la fase pratica del convegno, con la dimostrazione di come si effettua la visita in medicina manuale del paziente affetto mal  di schiena. È stato sicuramente questo il momento che ha destato maggiore curiosità nei colleghi presenti, i quali. hanno potuto assistere dal vivo all’esame semiologico -segmentario di Maigne per la ricerca del DDIM (Disturbo Doloroso Intervertebrale Minore)   praticato su una bella e nota atleta di pallavolo femminile. Chissà se i presenti erano più concentrati sulla visita che effettuava il Dr. Asero o sulla pallavolista! Alcuni medici affetti da mal di schiena si sono poi volentieri sottoposti ad un  trattamento di Medicina manuale praticato dal Dr. Alzeni e dal Dr. Fiorillo ed hanno potuto così constatare l’efficacia pressoché  immediata delle manipolazioni vertebrali.
L’innovatività dell’approccio alla patologia presentata, nonché la possibilità di sperimentarne dal vivo i benefici hanno suscitato la gratitudine e la soddisfazione dei colleghi che hanno preso parte all’evento.  Il convegno si è infatti concluso con la promessa di programmare un nuovo “rendez-vous” affinché i relatori possano ulteriormente approfondire le tematiche inerenti il dolore di origine vertebrale.

A cura di: Arcangelo Fiorillo

[fb-like-button]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *