+39 049 836 4121

Agopuntura Auricolare e regolazione vagale

L’agopuntura auricolare è stata utilizzata in Cina per migliaia di anni, nel testo classico TCM di Nei Jing Huang Di, era descritta la correlazione tra padiglione auricolare e corpo e fu scritto nel 500 aC.

Nel 1957 il Dr P. Nogier fu il primo a dare  una descrizione sistemica con l’immagine del feto rovesciato. Nel presente studio viene rivisto il rapporto tra agopuntura auricolare e sistema vagale. E’ stato ampiamente dimostrato come l’agopuntura auricolare svolga una regolazione vagale  e quindi delle funzioni sui sistemi cerdiovascolare, respiratorio e gastrontestinale.

Il padiglione auricolare è innervato da nervi cranici e spinali. Il ramo auricolare del nervo vago (ABVN), unico ramo periferico del X° nervo cranico, innerva principalmente la conca auricolare e la maggior parte della zona adiacente al meato uditivo. Fig 1.D’altro canto gli agopunti auricolari che trattano le malattie viscerali si trovano principalmente nella conca auricolare. Fig 2.

Forse, quindi, l’ ABVN forma un collegamento tra padiglione auricolare e regolazione autonomica. Vari studi suggeriscono che le proiezioni afferenti del ramo auricolare del nervo vago (ABVN) per il nucleo del tratto solitario (NTS) rappresentano la base anatomica per la regolazione vagale dell’agopuntura auricolare.

E’ possibile riprodurre il VSEP (vagus sensory evoked potential) tramite la stimolazione del lato interno del trago dell’orecchio destro. Le connessioni tra NTS (nuscleo tratto solitario) con organi viscerali e struttre cerebrali possono chiarire il meccanismo di agopuntura auricolare. Per questo motivo abbiamo proposto l’AVAP (auricolovagal afferent pathway): il SNC e SNA possono essere modificati tramite la stimolazione delle proiezioni dell’ ABVN nella conca auricolare al NTS. Fig 3

Nonostante siano necessari altri studi sull’efficacia dell’agopuntura auricolare nelle patologie neurodegenerative, si è notato come in uno studio dopo nove mesi la stimolazione elettrica dell’ ABVN sia stata ben tollerata dai pazienti. Inoltre l’ ago- puntura auricolare si prefigge di attivare il sistema parasimpatico per sopprimere le crisi epilettiche.
Mentre alcuni studi sostengono che l’ efficacia complessiva dell’ agopuntura auricolare sia dovuta alla specificità con cui viene eseguito il trattamento, altri ribadiscono che le aeree specifiche dell’ orecchio siano relative a zone specifiche del corpo.
Studi anatomici e morfologici sui punti di agopuntura auricolare e lo studio di neuroimaging come la risonanza magnetica funzionale dovrebbe essere incoraggiato, allo scopo di studiare l’effetto ed il meccanismo d’azione dell’agopuntura auricolare.

Wei He, Xiaoyu Wang, Hong Shi, Hongyan Shang, Liang Li, Xianghong Jing, and Bing ZhuAuricular Acupuncture and Vagal Regulation.Evid Based Complement Alternat Med. 2012; 2012: 786839.Published online 2012 November 27. doi:  10.1155/2012/786839

L’articolo è disponibile al seguente indirizzo:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3523683/

A cura di Antonello Lovato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *