+39 049 836 4121

La pancia pensa? (Asse intestino-cervello)

asse intestino cervelloIl ruolo della nutrizione e l’asse intestino-cervello in psichiatria: una revisione della letteratura.

Introduzione

Gli individui che soffrono di disturbi psichiatrici sperimentano elevati livelli di carico di malattia e una qualità della vita significativamente ridotta. Nonostante le strategie psicofarmacologiche mirate e le procedure psicoterapeutiche complementari si ottengono solo effetti moderati e il rischio di recidiva è alto in molti pazienti. In tutto il mondo, le malattie psichiatriche come la depressione sono in continua crescita, mettendo a dura prova la vita personale delle persone affette e delle loro famiglie, ma anche intere società aumentando la disabilità, il pensionamento anticipato e l’ospedalizzazione.

Origine multifattoriale del disturbo psichiatrico

Secondo le attuali conoscenze scientifiche i disturbi psichiatrici hanno una patogenesi multifattoriale come la genetica, l’infiammazione e lo squilibrio dei neurotrasmettitori; inoltre, anche i fattori associati allo stile di vita acquisiscono crescente importanza. Coerentemente a ciò vi sono prove evidenti attestanti cheil microbiota intestinale e la nutrizione hanno un impatto sull’insorgenza e sul decorso dei disturbi psichiatrici.

Scopo

Questa recensione narrativa evidenzia l’importante ruolo dell’alimentazione nella cura psichiatrica e sottolinea l’importanza dei consigli nutrizionali nel trattamento multifattoriale e biopsicosociale dei pazienti. Si concentra sugli attuali interventi dietetici come la dieta mediterranea, gli integratori alimentari e le modificazioni del microbiota intestinale con pre-, pro- e postbiotici.

Risultati

Studi recenti supportano il legame tra la qualità della dieta, il microbiota intestinale e la salute mentale attraverso la regolazione delle funzioni metaboliche, proprietà antinfiammatorie e antiapoptotiche e il sostegno della neurogenesi. Il coaching dietetico per migliorare la salute mentale sembra essere un intervento aggiuntivo economico, pratico, non farmacologico per le persone con disturbi psichiatrici.

Conclusioni

L’uso di interventi nutrizionali in psichiatria fornisce ai terapeuti uno strumento promettente sia per la prevenzione che per il trattamento dei disturbi psichiatrici. Oltre alla terapia farmacologica, alla psicoterapia e all’attività fisica, gli interventi nutrizionali sono un pilastro importante nel trattamento multifattoriale e biopsicosociale della malattia psichiatrica e potrebbero essere utilizzati come potenziali obiettivo terapeutici.

Mörkl S, Wagner-Skacel J, Lahousen T, Lackner S, Holasek SJ, Bengesser SA, Painold A, Holl AK, Reininghaus E. The Role of Nutrition and the Gut-Brain Axis in Psychiatry: A Review of the Literature. Neuropsychobiology. 2018 Sep 17:1-9. doi: 10.1159/000492834.

A cura di: Francesco Ceccherelli

per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *