+39 049 836 4121

Correlazioni funzionali tra scoliosi e disfunzioni occlusali interdentali

L’ esistenza di interazioni funzionali tra strutture osteoartromuscolari di regioni topograficamente distanti tra di loro è, ormai, un dato scientifico acquisito. Ciò grazie anche agli studi ed individuazioni di nuove catene muscolo-fasciali, nonché al ricorso a varie tecniche di indagine, tra cui l’elettromiografia.Nel presente lavoro riferiamo dei risultati di uno screening su duemila bambini di anni dieci in cui sono stati approfonditi proprio i rapporti tra occlusione interdentale e scoliosi, siano esse posturali o anche strutturate.
Lo studio è stato condotto su duemila bambini di anni dieci di alcuni Comuni della Regione Campania, nell’ambito di una convenzione tra Seconda Università degli Studi di Napoli e gli stessi Comuni.
I bambini, sono stati sottoposti ad un test elettromiografico, presso le stesse strutture scolastiche per la diagnosi precoce della scoliosi, sia di tipo posturale che strutturata. Il test consiste nell’esecuzione di un movimento di flesso-estensione del tronco o anche di sola estensione, mentre i bambini erano a piedi uniti, non piegavano le ginocchia e reggevano tra le mani un piccolo peso, per esaltare la risposta muscolare.
I risultati ottenuti ci consentono di riflettere su due tipi di analisi e, cioè, su correlazioni trapatologie odontoiatriche e livelli di curva scoliotica, nonché tra patologie odontoiatriche e diverso grado di positività della scoliosi.

Di Giacinto S., Valentino B., Guidetti A., Valentino R., Farina E., Valentino T., Functional disorders and correlations between interdental occlusal dysfunctions and scoliosis. The Pain Clinic, 2005,17: pp. 69–72.

A cura di: Antonio Fimiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *