+39 049 836 4121

ESPERIENZA CLINICA: I DISTURBI DEL SONNO.

Nell’ ultimo anno sto trattando molti disturbi del sonno anche datati, talvolta persistenti da oltre un ventennio. Come è noto la medicina tradizionale cinese si è spesso occupata di questo argomento ed i punti più spesso proposti sono  7 Ht (Shen Men), 6 SP (San Yin Jiao), il punto extra An Mian (calmare il sonno) con l’aggiunta di qualche punto del dorso o qualche punto “antico” (Shu o Ying) utilizzati per “trattare gli eccessi).

Quello che invece vi propongo e che sto sperimentando in quest’ ultimo anno è qualcosa di diverso che viene dalla Medicina Classica ed in particolare dall’ insegnamento e dalla tradizione  orale.

Si caratterizza per la sua semplicità e per la sua efficacia. Prevede l’utilizzo costante di alcuni punti che secondo il modello classico hanno la funzione di “abbassare l’eccesso presente alla testa” con l’aggiunta di pochi altri punti in funzione degli specifici disturbi. E questo è particolarmente importante quando l’insonnia e in qualche modo legata i liquidi corporei (setee, enuresi, sudorazione ecc)

I punti costantemente presenti sono:
a) Si ShenCong. Si tratta di 4 punti posti ai 4 lati (davanti, dietro, ed ai lati) di 20 GV (Bai Hui), ad 1 cun (misura di distanza da questo).
Ricordo che le indicazioni di questo punto che ha la funzione di “chiarire il cervello e quietare il cuore” sono cefalea, vertigine, insonnia, scarsa memoria ed epilessia
b) ST 12 – Que Pen che è posto 4 misure a lato del collo sopra la clavicola, sulla mamillare. Tra le principali indicazione di questo punto vi sono affezioni della gola e del torace ed anche dell’ arto superiore

A questi 2 gruppi di punti si aggiunge uno specifico punto in funzione del disturbo associato all’ insonnia. La sequenza è la seguente
1) Sudorazione notturna al collo e\o agitazione motoria : Punto Ting (BL 67 – Zhi Yin) del meridiano della Vescica
2) Sete notturna e\o secchezza delle fauci: Punto Ting (SI1 – Shao Ze) del medidiano dell’ intestino Tenue
3) Incubi, senso di calore o sudore denso e appiccicoso. Punto Shu (GB 41 – Zu Lin Qi) del meridiano della Vescica biliare
4) Bruxismo e tensione al collo al mattino. Punto Luo (6 GI – Pian Li) del meridiano del Grosso Intestino
5) Fame notturna. Punto Luo (40 ST – Feng Lo) del meridiano dello Stomaco.
In presenza di 2 sintomi associo i 2 punti “periferici”.

Esempio clinico. Soggetto di 60 anni. Da circa 40 anni si sveglia almeno 2 ore a notte dapprima con attacchi bulimici (“niente e nessuno deve frapporsi fra me ed il frigorifero”) poi con pollachiuria e intensa sensazione di sete. Presenza di sonnolenza diurna particolarmente post prandiale senza altri sintomi di rilievo. Analisi ematochimiche di routine nella norma se si eccetta lieve ipercolesterolemia (220 mg1\100 ml)
Trattamento: Si ShenCong, ST 12, ST 40 (bulimia notturna), SI 1 (pollachiuria e sete).
Andamento: alla prima seduta ha dormito senza risvegli alla 1° notte. Dalla 2° seduta i risvegli sono stati molto meno frequenti e dalla 4° seduta nessun risveglio durante tutta la settimana.  Attualmente 1 seduta di  agopuntura ogni 15 gg; il sonno è ininterrotto e ristoratore.

A cura di:Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *