+39 049 836 4121

Il tinnito neurosensoriale fisiopatologia e possibile terapia.

Il tinnito non è una singola malattia, ma un gruppo di malattie differenti con patologie differenti e, perciò, trattamenti differenti. Considerare il tinnito come malattia singola vuol dire ostacolare il progresso nella comprensione della sua fisiopatologia e, forse, e cioò èpiù importante, costituisce un serio ostacolo allo sviluppo di trattamenti efficaci .

Il tinnito soggettivo è un suono fantasma che assume molte forme diverse e presenta analogie con il dolore cronico neuropatico. La patologia può essere situata nella coclea, nel nervo acustico o,  più comunemente, nel cervello. Come il dolore cronico neuropatico, il tinnito non costituisce una minaccia per la vita, ma influenza molte normali funzioni come il sonno o la capacità di concentrazione sul lavoro. Alcune forme di tinnito cronico hanno due componenti, una componente  suono (fantasma) ed una componente che può essere meglio descritta come sofferenza o angoscia. La patologia di queste due componenti può essere diversa ed il trattamento più efficace può essere diverso per queste due componenti. Il trattamento più comune per il tinnito è costituito da sostanze farmacologiche e terapie comportamentali associate alla terapia del suono. Trattamenti meno frequenti sono l’ipnosi e l’agopuntura. Stando entrando in uso diverse forme di neuromodulazione nel tentativo di far regredire  le modificazione plastiche disadattative del sistema nervoso

Møller AR. Sensorineural Tinnitus: Its Pathology and Probable Therapies. Int J Otolaryngol. 2016;2016:2830157. doi: 10.1155/2016/2830157. Epub 2016 Feb 8.

A cura di: Francesco Ceccherelli
Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *