+39 049 836 4121

L’integrazione con vitamine antiossidanti nella prevenzione ed nel rallentamento della progressione della cataratta correlata all’età.

Introduzione: La cataratta correlata all’età costituisce la causa principale dell’indebolimento visivo nell’anziano. Nella sua formazione e progressione è coinvolto lo stress ossidativo. In questo contesto è stata indagata l’integrazione con vitamine antiossidanti.
Scopo: valutare l’efficacia dell’integrazione con vitamine antiossidanti nella prevenzione e nel rallentamento della cataratta correlata all’età.
Metodi di ricerca: La ricerca è stata effettuata su CENTRAL (che contiene Cochrane Eyes e Vision Group Trial Registres), (The Cochrane Library 2012, Numero 2), MEDLINE (da gennaio 1950 a Marzo 2012), EMBASE (  da gennaio 1980 a Marzo 2012), Latin American and Caribbean Literature on Health Sciences (LILACS) ( da gennaio 1982 a marzo 2012), Open Grey (Sistema per l’informazione sulla letteratura Grey in Europa) (www.opengrey.eu/), il meta Registro degli studi controllati (MRCT) (www.controlled-trials.com), CliniclaTRials.gov (www.clinicaltrials.gov) e la WHO International Clinical Trials Registry Platform (ICTRP) (www.who.int/ictrp/search/en). Nella ricerca elettronica dei trials non vi sono state restrizioni né di data né di lingua. L’ultima ricerca sui databases elettronici è stata effettuata il 2 Marzo 2012. Abbiamo anche controllato la bibliografia degli studi inclusi e degli studi in corso e contattato degli addetti perché identificassero i trials randomizzati idonei.
Criteri di selezione: Abbiamo incluso solo i trials randomizzati controllati nei quali l’integrazione con una più vitamine antiossidanti (beta-carotene, vitamina C e vitamina E) in qualsiasi forma, dosaggio o combinazione per almeno un anno, fosse paragonata ad un’altra vitamina antiossidante o a placebo.
Raccolta dei dati ed analisi: Due autori, in modo indipendente, hanno estratto i dati e valutato la qualità del trial. Sono stati raccolti i risultati per gli outcomes primari, cioè incidenza della cataratta ed incidenza di estrazione della cataratta. Non sono stati raccolti i risultati per gli outcomes secondari – progressione della cataratta e perdita dell’acuità visiva, a causa delle differenze nelle definizioni degli outcomes e nella presentazione dei dati. Sono stati raccolti i risultati secondo il tipo di cataratta, quando i dati erano disponibili. Non è stata effettuata un’analisi di sensitività.
Risultati principali: : sono stati inclusi in questa review nove trials che coinvolgevano 117.272 individui di 35 o più anni. I trials sono stati condotti in Australia, Finlandia, India, Italia, Regno Unito e Stati Uniti con un range di follow-up da 2.1 a 12 anni. I dosaggi delle vitamine antiossidanti erano più elevati della quantità giornaliera consentita. Non vi è stata alcuna evidenza a favore di un effetto dell’integrazione con vitamine antiossidanti nella riduzione del rischio di cataratta, nell’estrazione della cataratta, nella progressione della cataratta o nel rallentamento della perdita dell’acuità visiva. Nell’ analisi aggregata non vi è stata alcuna evidenza a favore di un’influenza dell’integrazione di ?- carotene sulla riduzione del rischio di cataratta (due trials) (rischio relativo (RR) 0.99, 95% intervallo di confidenza (CI) da 0.91 a 1.08; n = 57,703) o  nella riduzione del rischio di estrazione della cataratta (tre trials) (RR 1.00, 95% CI da 0.91 a 1.10; n = 86,836), o dell’integrazione di vitamina E nella riduzione del rischio di cataratta (tre trials) (RR 0.97, 95% CI 0.91 to 1.04; n = 50,059) o di estrazione della cataratta (cinque trials) (RR 0.98, 95% CI 0.91 to 1.05; n = 83,956). La percentuale dei partecipanti che avevano sviluppato un’ipercarotenodermia (ingiallimaento della cute) durante l’assunzione del beta-carotene variava dal 7.4% al 15.8%.
Conclusioni: Gli studi randomizzati controllati non offrono alcuna evidenza che l’integrazione con vitamine antiossidanti (beta-carotene, vitamina C o vitamina E) prevenga o rallenti la progressione della cataratta correlata all’età. Non suggeriamo alcun studio ulteriore per analizzare il ruolo delle vitamine antiossidanti beta-carotene, vitamina C e vitamina E nella prevenzione o nel rallentamento della progressione della cataratta correlata all’età. I costi e gli effetti avversi devono essere attentamente valutati assieme a benefici non provati prima di suggerirne l’assunzione in dosaggi superiori a quelli consigliati.

Mathew MC, Ervin AM, Tao J, Davis RM. Antioxidant vitamin supplementation for preventing and slowing the progression of age-related cataract. Cochrane Database Syst Rev. 2012 Jun 13;(6):CD004567. doi: 10.1002/14651858.CD004567.pub2.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *