+39 049 836 4121

L’odore cura il dolore !?

Analgesia indotta da odori mediata dai neuroni dell’orexina ipotalamica nei topi.
Introduzione.

Rimedi popolari impiegano determinati composti odorosi con effetti analgesici. In effetti, è stato visto che il  linalolo, un alcool monoterpeno, trovato negli estratti di lavanda, attenua le risposte del dolore attraverso la somministrazione sottocutanea, intraperitoneale, intra-tecale e orale. Tuttavia, gli effetti analgesici dei composti odorosi mediati dall’olfatto non sono stati accuratamente esaminati.

Metodi.

Abbiamo eseguito test comportamentali del dolore sotto esposizione di vapore odoroso nei topi.

Risultati.

Tra le sei molecole odorose esaminate, il  linalolo ha aumentato significativamente la soglia del dolore ed ha attenuato i comportamenti dolorosi.  Lesioni del bulbo olfattivo o dell’epitelio hanno rimosso questi effetti, indicando che l’input sensoriale olfattivo ha scatenato gli effetti.
Inoltre, l’analisi immunoistochimica ha rivelato che il linalolo attivava i neuroni dell’orexina ipotalamica, uno dei mediatori chiave per l’elaborazione del dolore. I tests della formalina in topi con ablazione dei neuroni dell’orexina e con deficit di peptide orexina hanno mostrato che la trasmissione oressinergica era essenziale per l’analgesia indotta dall’odore di linalolo.

Conclusioni.

In complesso, questi risultati rivelano circuiti analgesici centrali scatenati da input olfattivo nel cervello dei mammiferi e supportano un potenziale approccio terapeutico per il trattamento del dolore mediante la stimolazione con essenza di linalolo.

Tashiro S., Yamaguchi R., Ishikawa S., Sakurai T., Kajiya K., Kanmura Y., Kuwaki T., Kashiwadani H.. Odour-induced analgesia mediated by hypothalamic orexin neurons in mice. Sci Rep. 2016 Nov 15;6:37129. doi: 10.1038/srep37129.

A cura di: Francesco Ceccherelli

Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *