+39 049 836 4121

Risultati della proloterapia nella condromalacia della rotula: miglioramento funzionale e del dolore

INTRODUZIONE.
In uno studio retrospettivo sull’efficacia della proloterapia nel trattare dolore, rigidità e scrosci articolari, e nel migliorare l’attività fisica nella condromalacia della rotula, sono stati reclutati pazienti dal febbraio 2008 al settembre 2009.

MATERIALI E METODI.
69 ginocchia sono state trattate mediante proloterapia, ovvero 61 pazienti (33 donne e 36 maschi), di età 18-82 anni (media 47,2 anni). Il trattamento è consistito in 24 iniezioni di proloterapia (destrosio 15 %, procaina 0,1 %, Sarapin 10 %). Il Sarapin è un estratto di una pianta, la Sarracenia purpurea, con spiccata attività antiinfiammatoria.

Le iniezioni, per un totale di 40 cc, venivano effettuate sul ginocchio anteriore, nei punti di inserzione tendinea e ligamentosa (legamenti mediali e collaterali, legamento patellare, tendine del vasto medialee tratto iliotibiale), più una iniezione intraarticolare di 88 cc della soluzione.  Le sedute sono state in totale 24, una ogni mese, per un totale quindi di 2 anni circa di terapia. Dopo almeno 6 settimane dalla fine della terapia, il paziente faceva un test di autovalutazione valutando il dolore del ginocchio a riposo, l’attività fisica giornaliera, la motilità del ginocchio, la rigidità e gli scrosci articolari. Venivano valutati anche l’intensità dei sintomi, il miglioramento degli stessi, il consumo di farmaci, la soddisfazione soggettiva del paziente.

RISULTATI.
Vi è stato un miglioramento statisticamente significativo del dolore a riposo e dopo attività fisica. Rigidità e scosci articolari sono diminuiti, la motilità migliorata, così come la capacità di camminare. Tali miglioramenti sono stati dell’ordine del 75-85 %. Non c’ è stato alcun effetto collaterale della proloterapia.
Il follow-up medio è stato di 14,7 mesi (da 6 mesi a 8 anni), e solo per 3 ginocchia veniva consigliato l’intervento chirurgico.

CONCLUSIONI.
La proloterapia si è dimostrata efficace nel trattare i sintomi dovuti alla condromalacia della rotula, con risultati che persistevano nel tempo, e pertanto può essere considerata una terapia di prima scelta per tale patologia.

COMMENTO DEL CURATORE.
La proloterapia è una riflessoterapia  che usa diverse sostanze generalmente irritanti, come le soluzioni ipertoniche di destrosio, in iniezioni sottocute o intracapsulari o peritendinee. E’ soprattutto usata in Nordamerica, dove è nata negli anni ’50 ad opera di  George Hackett  e Gustav Hemwall.
La soluzione iniettata provocherebbe una reazione infiammatoria che stimola la guarigione spontanea del corpo, oltre che, secondo i sostenitori del metodo, la rigenerazione dei tessuti danneggiati. Le sedute di proloterapia vengono effettuate  ad intervalli di tempo che variano fra le due e le sei settimane.

Hauser RA, Sprague IS. Outcomes of prolotherapy in chondromalacia patella patients: improvements in pain level and function. Clin Med Insights Arthritis Musculoskelet Disord 2014; 7: 13-20.

A cura di Paolo Barbagli
Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *