+39 049 836 4121

UN INSIEME TERAPEUTICO CONTRO LA DECADENZA DELLA MENTE

Come è noto le “ricette”agopunturistiche non sono presenti solo nelle tecniche riflessoterapiche occidentali ma sono pure presenti nella Medicina classica Cinese. Scrivo Medicina classica cinese per intendere quel corpo dottrinario che possiamo datare a partire dal periodo Han (III secolo prima di Cristo), che si è evoluto nel corso dei secoli e che ha visto probabilmente il suo massimo fulgore nel periodo Ming.
Fra le diverse ricette spesso tramandate oralmente ve ne una che sto utilizzando da qualche anno è che è in relazione ai “disturbi della memoria” in generale e dell’ anziano in particolare. La sto utilizzando da alcuni anni  particolarmente sui soggetto “over” 75 con l’intento di prevenire lo sviluppo della “demenza senile” che ha nei disturbi della memoria uno dei sintomi più evidenti e significativi.
Il campione utilizzato (una decina di pazienti) è, ovviamente, troppo esiguo per qualsiasi affermazione. Rimane il fatto che per il momento nessuno dei soggetti seguiti mostra segni evidenti di decadimento importante delle funzioni cerebrali. Chiedo quindi a tutti voi che avete genitori o pazienti “over” 75, anche con segni iniziali di Alzheimer,  di utilizzare almeno 2 volte al mese questa sequenza classica per un periodo sufficientemente lungo (10 sedute 2 volte al mese) particolarmente nel periodo Marzo- Maggio e settembre – Novembre. Questo a scopo preventivo. A scopo terapeutico nelle forme iniziali di demenza senile  utilizzare continuativamente.  La sequenza è la seguente:
ST 41 (Jie Xi), St 40 (Feng Long), CV 12 (Zhong Wan), CV 17 (Shan Zhong), St 8 (tou Wei), PC 6 (Nei Guan).
Questa ricetta è basata prevalentemente su punti che trattano lo Stomaco che nella tradizione è in particolare relazione non solo con il cibo ma anche con la capacità di assimilare tutto ciò che riceviamo dall’ esterno.
Mi pare interessante e comunque da verificare. Per questo chiedo la collaborazione di tutti gli interessati.

A cura di:Maurizio Corradin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *