+39 049 836 4121

Effetti vascolari dei polifenoli del vino.

EFFETTI VASCOLARI DEI POLIFENOLI DEL VINO

Un moderato consumo di vino rosso è stato associato in via presuntiva ad un abbassamento del rischio di sviluppare una patologia coronarica. Questo effetto benefico è attribuito principalmente alla presenza nel vino rosso dei componenti polifenolici come gli antocianosidi (ACs), catechine, proantocianosidi (PAs), stilbeni ed altri polifenoli. Questa review evidenzia gli effetti vascolari dei polifenoli del vino rosso (RWPs) in particolare degli antocianosidi e dei proantocianosidi. Dagli studi in vitro si pensa che l’effetto dei polifenoli del vino rosso sul tono vascolare sia dovuto a meccanismi a breve ed a lungo termine.

La vasodilatazione mediata dall’ Ossido Nitrico rappresenta il meccanismo a breve termine dei polifenoli del vino i quali esercitano la loro azione aumentando l’afflusso di Ca(2+) extracellulare e la mobilizzazione di Ca (2+) intracellulare nelle cellule endoteliali. I composti polifenolici possono avere anche delle proprietà a lungo termine poiché incrementano l’espressione delle sintasi endoteliali  dell’Ossido Nitrico  agendo sull’attività del promotore. Inoltre diminuiscono l’espressione delle molecole di adesione e dei fattori di crescita coinvolti nella migrazione e nella proliferazione delle cellule della muscolatura liscia vascolare. Essi, inoltre, inibiscono l‘aggregazione piastrinica. Tuttavia la scarsità di dati che riguardano la biodisponibilità ed il metabolismo di queste sostanze in studi umani è un fattore che limita la dimostrazione della loro efficacia in vivo.

Dell’Agli M, Buscialà A, Bosisio E. Cardiovasc Res. 2004 Sep 1;63(4):593-602.

A cura di: Francesco Ceccherelli
Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *