+39 049 836 4121

Un trial randomizzato e controllato di una multiterapia CAM sul dolore cronico posterpetico

INTRODUZIONE.
Gli obiettivi dello studio (randomizzato e controllato) sono appurare se una terapia CAM (complementary and alternative medicine) (diverse terapie della medicina Tradizionale Cinese + neuralterapia)  è efficace nel ridurre il dolore cronico posterpetico.

METODI.
Studio controllato e randomizzato eseguito in una clinica di cure primarie di Toronto. I pazienti hanno tutti una diagnosi di herpes zoster da almeno 1 mese e con dolore posterpetico moderato-grave (almeno 4 in una scala fino a 10). Le terapie usate sono state agopuntura (GI4, F3, S36 bilateralmente), neuralterapia (da 6 a 9 iniezioni di procaina 1 % sottocuteo intradermiche nei dermatomeri interessati dal dolore), coppettazione, meditazione e fitoterapia cinese. Un gruppo di 32 pazienti sono stati trattati con CAM una volta al giorno, 5 giorni alla settimana, per tre settimane. Un altro gruppo di 27 pazienti in lista d’attesa è stato usato come controllo ed è stato trattato nello stesso modo ma tre settimane dopo. Nelle tre settimane della terapia, durante il quale un gruppo era trattato e l’altro no, sono stati valutati dolore, qualità di vita, e depressione all’inizio del trattamento, e dopo 3, 6, 9 settimane dopo. Follow-up di 2 anni.

RISULTATI.
L’età media dei pazienti è stata di 69,8 anni, e la durata media del dolore di 4,8 mesi (range da 1 mese a 15 anni). All’inizio i due gruppi avevano livelli simili di dolore (7,8 su una scala di 10). Dopo tre settimane, cioè al termine del trattamento, il dolore è stato significativamente differente (2,3 nel gruppo CAM, 7,2 nel gruppo controllo; P< 0,001). I risultati sul dolore sono stati mantenuti anche nel follow up (da 1 a 2 anni), mentre analoghi risultati sono stati ottenuti anche nel gruppo di controllo dopo analogo trattamento ritardato di 3 settimane.

CONCLUSIONI.
Il protocollo CAM qui impiegato si è dimostrato efficace nel ridurre in modo significativo il dolore cronico posterpetico, con una buona persistenza del risultato, da 1 a 2 anni.

COMMENTO DEL CURATORE.
Questo interessante studio conferma, in un trial randomizzato e controllato, quanto già ottenuto dagli stessi autori in uno studio osservazionale pubblicato in precedenza (Hui F, Cheng A, Chiu M, Vayda E. Integrative approach to the treatment of postherpetic neuralgia: a case series. Altern Med Rev 1999; 4: 429-35). In una patologia di difficile trattamento come la nevralgia posterpetica, dove le terapie validate scientificamente sono decisamente scarse (antivirali, antidepressivi triciclici, oppioidi, antiepilettici, e topici come la lidocaina e la capsaicina), un approccio integrato come quello qui descritto apre nuovi scenari terapeutici di semplice esecuzione e praticamente privi di effetti collaterali. Da questo studio è impossibile delineare quali, tra le cinque terapie effettuate, siano quelle veramente efficaci, o se l’efficacia sia dovuta all’insieme dei trattamenti effettuati. A questo scopo servono altri studi analoghi per ognuna delle terapie usate.

Hui F, Boyle E, Vayda E, Glazier RH. A randomized controlled trial of a multifaceted complementary-alternative therapy for chronic herpes zoster-relatedpain. AlternMedRev 2012; 17 (1): 57-68.

A cura di Paolo Barbagli
Per leggere il full text: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *